Sansone: «Scommetto sul Bologna in Europa. Mihajlovic? Mi ha dato più di Van Gaal»

© foto www.imagephotoagency.it

Nicola Sansone ha parlato alla Gazzetta dello Sport di Mihajlovic e dell’obiettivo di portare il Bologna in Europa

Nicola Sansone ha parlato alla Gazzetta dello Sport di Sinisa Mihajlovic e delle ambizioni europee del Bologna. Le sue parole.

RIPARTENZA – «Sì, tutti vogliamo giocare. Poi bisogna vedere cosa succederà. Io paura non ne ho, ma…»

POSITIVITÀ AL BOLOGNA – «Fortunatamente è passato. Mi chiedo: e se succede una positività durante il campionato?E se ci fosse untale dinumero di positivi in una certa squadra, non si creerebbe un dislivello tecnico? Oltre al tema della salute ovviamente…».

BUNDESLIGA – «Hanno più fondi, più organizzazione e sono più ordinati. Erano meno impauriti di noi anche perché contagi e decessi erano inferiori, e certamente avevano più posti in terapia intensiva rispetto all’Italia e quindi strutture forti a livello sanitario. E il settore calcio, beh, avanti anni luce. Un esempio: mio padre e mio fratello giocano a livello amatoriale nell’’Unione sportiva Gigi Meroni” a Monaco di Baviera, un club fondato da un signore italiano nel ‘70. Sa cos’hanno? Un centro sportivo. A livello dilettantistico, impensabile in Italia».

DIJKS ED EUROPA – «Se Mitchell riemergerà? Sì, ne sono sicurissimo: mi ci gioco gli scarpini migliori. Bologna in Europa? L’altro paio buono…».

MIHAJLOVIC E VAN GAAL – «Chi mi ha insegnato di più? «Sinisa. A Van Gaal non perdono una cosa: sono un… baby, mi porta in panca col Bayern Monaco, stiamo vincendo 3-0 col Friburgo ma non mi fa esordire in Bundesliga. Nemmeno un minuto. Ancora oggi mi infastidisce. Detto ciò mi ha insegnato anche lui: i passaggi sul piede forte del compagno, l’affinamento della tecnica..».

MIHAJLOVIC – «Oltre a un comportamento tattico che mi ha migliorato, il volere di più, sempre. E, nel guardarlo, ha dato a tutti una lezione di vita enorme».