Sarri sta con Ventura: «Nessuno lo ha difeso, mi ha fatto male»

sarri napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Sarri ha parlato alla fine della partita del Napoli contro il Milan: le dichiarazioni del tecnico dei padroni di casa, al momento primi in classifica in Serie A

Il Napoli ha vinto in casa contro il Milan. Maurizio Sarri è primo in classifica ma non pare contentissimo per la gestione degli ultimi minuti di gara. Il tecnico, imbattuto contro il Milan, ha dichiarato: «Abbiamo perso il controllo della partita per quasi un tempo, ma non abbiamo preso gol ed è stato importante. Se noi ci facciamo scalfire da un pareggio abbiamo perso la cognizione delle cose fatte. I ragazzi erano contenti, affrontavamo un Milan considerato favoritissimo a luglio. I rossoneri hanno dato segnali di crescita nell’ultimo mese e lo hanno fatto anche stasera. Abbiamo concesso pochissime palle gol anche quando non eravamo in partita, in passato non siamo stati bravi su questo punto ma oggi abbiamo mostrato un miglioramento».

«Sicuramente i centrocampisti in fase difensiva sono in crescita, mi piace di più quando difendono in avanti rispetto a quando vanno in area. Il nostro miglioramento dipende in larga parte da questo. Italia e Insigne? Nel mio modo di giocare lui non entra, gioca. Ma quando si prende un allenatore bisogna capirne le caratteristiche, Ventura ha sempre giocato con le due punte centrali. La gogna mediatica a cui è stato esposto non mi piace, nessuno ha preso le sue difese, mi ha fatto male. Non ho sentito parole nemmeno dall’Associazione Allenatori e questo mi ha fatto male. Io ct? Più facile che mi butti in politica» è quanto ha detto Sarri a Sky.