Sarri e Napoli, rinnovo condizionato – ESCLUSIVA

sarri
© foto www.imagephotoagency.it

Napoli a trecentosessanta gradi sul presente, con l’obiettivo scudetto ovviamente in primo piano. De Laurentiis però vuole blindare Sarri: i dettagli

Come logico che sia, quando a nove turni dal termine del campionato la distanza dalla vetta è di appena due punti, il Napoli è strettamente concentrato sulla sua attualità: l’epico duello con la Juventus di Allegri per la conquista del prossimo scudetto. Obiettivo così grande da richiedere giustamente il massimo dell’attenzione e degli sforzi. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis non perde però di vista il futuro, che ha intenzione di affidare in tutto e per tutto all’attuale direttore d’orchestra: la volontà è quella di rinnovare il legame contrattuale con Maurizio Sarri e possibilmente estendere l’accordo su una finestra temporale ampia. Non ci saranno problemi sui parametri: ingaggio raddoppiato al tecnico, che tra base fissa e bonus andrebbe a sfiorare i quattro milioni di euro, la durata del contratto sarà di quattro o cinque anni.

Napoli-Sarri, i dettagli del rinnovo

Resta invece da delineare la sostanza dell’accordo: su quali basi dovrà proseguire il matrimonio tra Sarri e Napoli? L’attuale tecnico partenopeo non avrà problemi a firmare il prossimo contratto, con la assoluta volontà di restare in una piazza che ama e che lo ama, ma requisito essenziale sarà dato dal percorso di crescita. O meglio dire di continuità: secondo quanto appreso dalla nostra redazione, Maurizio Sarri pretenderà in sede di rinnovo la conferma di tutti i calciatori più rappresentativi dell’attuale organico. Ed in aggiunta, senza avventurarci in nomi che al momento sono frutto più di fantasia che di altro, quei tre prospetti che vadano a definire la rosa: un nuovo primo portiere, considerato l’addio certo di Pepe Reina in direzione Milan, un esterno offensivo di comprovato valore ed un centravanti che possa accrescere il livello qualitativo delle rotazioni. Fattore quest’anno mancato nel pacchetto di attacco. Sul piatto la conferma di Giuntoli nel ruolo di direttore sportivo, il cui lavoro è particolarmente stimato da Maurizio Sarri, da prelevare anche un terzino destro che si alterni ad Hysaj qualora non sarà rinnovato il contratto a Maggio. Non dovesse andare così, Sarri non vedrebbe confermate le premesse in sede di rinnovo contrattuale e non avrebbe alcun problema a lasciare Napoli in un secondo momento. Ma le parti lavorano per definire un futuro in totale armonia ed unità di intenti.