Sassuolo, anche un pari a Firenze può avere degli aspetti positivi

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il Sassuolo ha pareggiato in casa della Fiorentina. Amaro in bocca ma con un retrogusto dolce: le ultimissime notizie

«Ci sono delle vittorie che valgono 3 punti però per come le ottieni ti danno poco, i 3 punti e basta, però ci sono dei pareggi come quello di oggi – in questo momento perché bisogna contestualizzare il tutto – poi ti dà entusiasmo. La Fiorentina è in difficoltà ma è una squadra forte, sapevamo dove venivamo a giocare». Parole e musica di Roberto De Zerbi al termine di FiorentinaSassuolo 1-1. Un pari a Firenze per i neroverdi potrebbe lasciare l’amaro in bocca – ed è giusto che sia così – ma bisogna analizzare meglio ogni circostanza. E’ vero che il Sassuolo ha perso l’occasione per andare al terzo posto in solitaria ma è pur vero che De Zerbi ha cambiato tanti uomini, rispolverando elementi che avevano giocato poco come Peluso, Traoré e Magnanelli, e ha ritrovato solo ieri altri calciatori fondamentali come Ciccio Caputo e Gregoire Defrel.

Il caro e vecchio Sassuolo: bel gioco a Firenze

Inoltre, la buona notizia è indubbiamente quella del ritorno al gioco, al vecchio Sassuolo. Il caro e vecchio Sassuolo che aveva fatto emozionare e aveva stupito gli amanti del calcio e gli esteti, è tornato a brillare. E’ mancata la ciliegina sulla torta, ovvero maggiore cinismo negli ultimi 30 metri ma i neroverdi ieri hanno dominato il gioco, hanno proposto un calcio a tratti spumeggiante e hanno sofferto il giusto contro una Fiorentina ‘disperata’ ma desiderosa di dare una reazione dopo gli ultimi risultati deludenti. Bisogna sempre fare i conti con l’avversario e ieri – contro questa Fiorentina di Prandelli – non sarebbe stato facile per chiunque. Il Sassuolo ha provato a vincerla, è andato vicino a perderla ma è tornato a battere sui suoi tasti forti, come richiesto dal proprio allenatore. «Siamo contenti dai, soprattutto per il primo tempo, abbiamo fatto un bel calcio, dovevamo ritrovarci sotto quell’aspetto e credo che si sia rivisto un po’ del vecchio Sassuolo, per certi aspetti siamo contenti. Dispiace perché vogliamo sempre il massimo, forse se ci credevamo un po’ di più portavamo a casa il massimo». Parole di Peluso che rendono ancor più chiaro il concetto.