Sassuolo, Djuricic: «Se guardo il Manchester City, penso a noi»

© foto www.imagephotoagency.it

Filip Djuricic ha parlato della grande evoluzione del Sassuolo di De Zerbi

Filip Djuricic, numero 10 del Sassuolo, in una intervista a La Gazzetta dello Sport ha parlato dell’evoluzione dei neroverdi e delle qualità dell’allenatore Roberto De Zerbi.

DE ZERBI – «Non cosa sarebbe successo alla mia carriera se non avessi incontrato De Zerbi. La serenità del Sassuolo mi aiuta molto. E’ una società seria e organizzata. Poi per quanto riguarda il gioco guardo il Manchester City e vedo molte cose che facciamo anche noi. De Zerbi è il miglior allenatore che abbia mai avuto, vede cose diverse dagli altri». 

RUOLO – «Col Sassuolo gioco sulla fascia, a sinistra per accentrarmi e tirare col destro. Nelle altre squadre mi muovevo dietro le punte, un ruolo più difficile».

GIOCO SPECIALE – «Il pressing, le giocate tra le linee, gli scambi brevi, a due tocchi: ogni passaggio ha una sua logica. Guardo il City di Guardiola e vedo tante cose che facciamo anche noi. Ma possiamo anche cercare soluzione alternative. Prendiamo il lancio lungo di Ferrari per il mio gol alla Samp: non è stata una stranezza o una casualità, è un movimento che proviamo tante volte in allenamento. Un calcio che non tutti capiscono, ma è il futuro. Ho avuto allenatori che sono stati campioni come Van Basten, Koeman, Mihajlovic, altri esperti come Advocaat ma De Zerbi resta il numero uno, lui vede cose diverse».