Schnellinger: «Milan? Da quando è andato via Berlusconi non ricevo più le tessere»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Karl Heinz Schnellinger, ex difensore rossonero, è intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole

L’ex difensore del Milan Karl Heinz Schnellinger è intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole sul momento che sta attraversando l’Europa:

«Da tre settimane sono chiuso in casa, come e più degli altri, perché alla nostra età io e mia moglie siamo due ricercati dal virus. Si può scherzare sulla torta, ma non su questo. Germania? No, è peggio. Noi qui siamo stati i primi capire la gravità di questa disgrazia e abbiamo cercato di correre ai ripari, mentre lì sono in ritardo».

MILAN – «Al Milan ho dato l’anima e rimarrà per sempre nel mio cuore. E poi il Milan è stato fondato nel 1899 come la mia prima squadra, il Duren, della citta in cui sono nato, che guarda caso ha le maglie rossonere. Un segno del destino. Il Milan di oggi ha tanti problemi, fatica a trovare il ritmo dei tempi migliori. San Siro? Da quando è andato via Berlusconi, non ricevo più le tessere dalla società».

STOP – «Ovvio, la salute è la cosa più importante. È difficile pensare alla ripresa in questo momento».