Connettiti con noi

2014

Serie A, 24^ giornata: Milan – Bologna, pagelle

Pubblicato

su

Abbiati il migliore in campo, bene Krhin nel Bologna

SERIE A 24^GIORNATA MILAN BOLOGNA – Ecco le pagelle della sfida di San Siro tra Milan e Bologna, primo anticipo del ventiquattresimo turno del campionato di Serie A 2013-14 terminato sul risultato di 1-0.

Milan (4-2-3-1)

Abbiati 7 – Intervento prodigioso nella ripresa su Christodoulopoulos, salva il risultato quando il Bologna era già pronto ad esultare.

De Sciglio 6 – Parte fortissimo e si sovrappone con costanza ad Honda sfruttando il lavoro di Boa da parte di Balotelli, crea superiorità numerica e arriva al cross: qualcuno lo sbaglia ma almeno c’è.

Rami 6 – Doti fisiche ed atletiche importanti, più efficace sulle palle alte che quando preso in velocità.

Zaccardo 6 – Gioca perché Zapata accusa problemi fisici nella fase di riscaldamento: inizialmente non ha un gran lavoro da sbrigare, nella ripresa messo alle corde dall’intraprendenza del Bologna se la cava.

Constant 5.5 – Seedorf gli chiede di accompagnare la fase attiva di gioco come esegue De Sciglio sul versante opposto, qualche comparsa senza continuità

De Jong 5.5 – Con Montolivo al fianco è esonerato da compiti di costruzione della manovra – come invece era accaduto a Napoli – e può dedicarsi a ciò che sa fare meglio, ossia correre e recuperare palloni. Cala d’intensità nella ripresa e Seedorf opta per la sostituzione.

(dal 63’ Muntari) 5 – L’impatto è disastroso: entra in campo e sbaglia due comodi palloni in fase di impostazione.

Montolivo 6 – Tre conclusioni insidiose alla volta di Curci nel primo quarto d’ora, testimonianza di fiducia e convinzione nei propri mezzi: prova a giocare da leader ma questo Milan non decolla.

Honda 4.5 – La sensazione forte è che la fascia destra non sia il suo habitat naturale: raramente – per non dire mai – entra nel vivo del gioco, quasi ci si dimentica di lui.

(dal 66’ Pazzini) 6 – Entra e quantomeno dà peso e sostanza alle disordinate offensive rossonere.

Kakà 5 – E’ sicuramente il giocatore di maggiore personalità in questo Milan ma è una serata storta anche per lui. Praticamente non incide mai.

(dall’80’ Poli) s.v.

Taarabt 5.5 – Va a sprazzi, quando ha palla al piede dà l’impressione di potersi rendere pericoloso ma spesso si innamora di se stesso finendo per rendersi inoffensivo con uno o due dribbling di troppo.

Balotelli 7 – Parte bene agendo da boa e smistando diversi palloni per favorire le discese di De Sciglio, poi nel resto del primo tempo si vede sempre meno. E ancor di meno nella ripresa con un approccio a dir poco negativo. Poi il colpo del fuoriclasse assoluto: prende palle da trenta metri e da posizione defilata lascia partire un bolide di potenza impressionante che trafigge Curci e regala i tre punti al Milan. Prendere o lasciare.

 

Bologna (3-5-2)

Curci 6.5 – Montolivo lo impegna con costanza in avvio e lui si fa trovare sempre pronto, una stagione in crescita per il portiere del Bologna. Il tiro vincente di Balotelli viene sì dalla lunga distanza ma è di una potenza impressionante.

Antonsson 6.5 – Il lavoro aumenta quando in campo entra Pazzini in luogo di un invisibile Honda, il Milan fa densità in area di rigore ma lui non molla un centimetro.

Natali 6.5 – Gran lavoro su Balotelli, gli si attacca alla maglia e finisce per limitarne movimenti, raggio d’azione e pericolosità: sulla botta dalla distanza la marcatura non spettava più a lui.

Mantovani 6 – Un cross interessante per la testa di Khrin oltre a buoni movimenti difensivi, il Bologna regge anche grazie a lui fino al colpo letale di Balotelli.

Garics 6 – Bene in fase difensiva perché non si lascia intimorire dalle iniziative di Taarabt, un assist interessante nella ripresa che Cristaldo non sfrutta a dovere.

(dall’89’ Moscardelli) s.v.

Christodoulopoulos 6 – Nel primo tempo non si vede praticamente mai, eppure con Perez e Krhin al suo fianco avrebbe la facoltà di avvicinare centrocampo ad attacco, cresce notevolmente nella ripresa e soltanto un miracolo di Abbiati gli nega il gol.

Perez 5 – La solita totale dedizione alla causa: corre per due e solo a tratti perde qualcosa in termini di lucidità fino all’errore mortifero nel finale che dà il là alla strepitosa rete di Balotelli.

(dall’89 Friberg) s.v.

Krhin 6.5 – Molto intraprendente, si inserisce con i tempi giusti e ha qualità nel palleggio: nella prima frazione sfiora la rete del vantaggio, centrocampista molto dinamico.

Morleo 5.5 – Nel confronto atletico con De Sciglio va in difficoltà perché il rossonero ha maggiore facilità di corsa, raramente propositivo nella fase attiva di gioco.

Cristaldo 6 – Mobile, prova a sfruttare gli spazi aperti dal lavoro di Bianchi per incunearsi tra le maglie della difesa rossonera e nella ripresa non trova il gol per questione di centimetri.

Bianchi 5.5 – Il suo forte è il gioco di sponda ed è storia nota, il Bologna non riesce però a produrre la mole di gioco inscenata nella trasferta di Torino.

 

News

video

Copyright 2021 © riproduzione riservata Calcio News 24 -Registro Stampa Tribunale di Torino n. 47 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l.