Serie A, big match all’Olimpico. La Roma lancia Dzeko, Kulusevski ha già convinto la Juve

Kulusevski
© foto www.imagephotoagency.it

Siamo alle porte della seconda giornata della Serie A 2020/21 ed è già arrivato il momento del primo big match del campionato. Nel posticipo della domenica la Roma di Fonseca è pronta ad ospitare la Juventus di Pirlo, chiamato al primo vero banco di prova sulla panchina bianconera. Dopo il successo per 3-1 arrivato nell’ultima giornata dello scorso campionato, la Roma potrebbe vincere due partite di fila in Serie A contro la Juventus per la prima volta dal 1995. Tuttavia la Juventus ha vinto la sfida all’Olimpico nella scorsa stagione contro la Roma, ma non ottiene due successi di fila in trasferta contro i giallorossi nella competizione dal 2011. Roma e Juventus hanno però pareggiato soltanto una delle ultime 10 sfide di Serie A (0-0 nel maggio 2018).

Nella scorsa stagione hanno sviluppato esattamente lo stesso indice di stabilità tecnica (97,8%), che certifica la continuità di prestazione, o meglio la capacità di mantenere lo stesso livello di performance tecnica durante il campionato. Una sfida che si preannuncia equilibrata con la Juventus da un lato che non vince da quattro trasferte di campionato mentre la Roma, dall’altro, non ha trovato il gol contro il Verona alla prima giornata di campionato e potrebbe restare a secco in ciascuna delle prime due partite stagionali per la prima volta dal 1992. Nella gara d’esordio, la Juventus ha sviluppato il 15% in più di alta intensità dei giallorossi, mentre la Roma il 20% in più di sprint. Nel post lockdown, entrambe hanno sviluppato un indice di efficienza fisica leggermente al di sotto delle squadre Top Europee.

NUMBERS-MATCH-PREVIEW-MD-2new

Salta purtroppo l’incontro tra i due migliori U23 della scorsa stagione, Kulusevski (93,1%), Zaniolo (92,1%), per colpa del brutto infortunio subito dal fantasista giallorosso con la maglia della Nazionale contro l’Olanda in Nations League. Lo svedese della Juventus non ha sentito pressione nel giocare per una grande squadra, infatti Dejan Kulusevski è il giocatore più giovane ad aver segnato all’esordio con la Juventus in Serie A a partire da Marcelo Zalayeta, nel 1998. Sempre per i singoli, sarà interessante vedere l’approccio alla partita di Edin Dzeko, che fino a qualche giorno fa sembrava prossimo a raggiungere i bianconeri, bosniaco che si trova a solo a un gol di distacco dal 5º posto dei marcatori all-time della Roma in Serie A (Rodolfo Volk, 79). Fari, ovviamente, sempre puntati su 

Cristiano Ronaldo che potrebbe segnare per la quarta volta in carriera nelle prime due partite stagionali di un campionato dei Top-5, dopo il 2009, 2011 e 2014 in Liga con il Real Madrid.