Serie A e Serie B, nascono le squadre femminili

© foto www.imagephotoagency.it

La FIGC ha deciso: le squadre saranno obbligate a formare anche club femminili

Dopo le frasi di Belloli e quelle un po’ più vecchie di Tavecchio sul calcio femminile, la FIGC ha deciso di cambiare e di fare una svolta necessaria per rilanciare questo sport nel nostro paese, anche perché la nazionale italiana non è riuscita a qualificarsi per il mondiale in Canada e da tempo non affronta rassegne importanti. La FIGC ha scelto: le società di Serie A e Serie B saranno obbligate a formare una squadra femminile di venti componenti. Si partirà questa stagione con gli under 12 ma da ogni anno in avanti le società dovranno formare per ogni stagione un’altra squadra giovanile di sole donne.

SI INIZIA – Si inizia con la Serie A e la Serie B e poi l’impegno verrà esteso sia alla Lega Pro che alla Lega Nazionale Dilettanti. La Liguria è stata pioniera in questo, scrive Il Secolo XIX: la Sampdoria, il Genoa e lo Spezia hanno iniziato le ricerche per un campionato regionale e il Doria tra l’altro sfrutta anche il Torneo Ravano per trovare nuove leve per il calcio femminile. Inoltre la Fiorentina potrebbe creare una sinergia con la Firenze Calcio Femminile visto che la FIGC ha detto sì alla possibilità per le società professionistiche di comprare le squadre femminili della massima serie italiana.