Serie B LIVE: Delneri esonerato, al suo posto Diego Lopez

© foto www.imagephotoagency.it

Serie B, le ultime dai campi delle 20 squadre del campionato cadetto: notizie, infortuni, squalifiche e mercato

Gli aggiornamenti dai campi delle 20 squadre di Serie B: notizie, infortuni, squalifiche e mercato.

ASCOLI – L’Ascoli ha chiuso il mercato con l’importante arrivo di Oliver Kragl del Benevento.

BRESCIA – La notizia di giornata è che Gigi Delneri non è più l’allenatore delle Rondinelle. Al suo posto è tornato Diego Lopez.

CHIEVO VERONA – Il Giudice Sportivo di Serie B in base alle risultanze arbitrali dell’ultimo turno ha fermato per due giornate (con ammenda di mille euro) Joel Obi del Chievo per “proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; sanzione aggravata perché capitano della squadra (Prima sanzione); per avere inoltre, al 49° del secondo tempo, all’atto del provvedimento d ammonizione, rivolto al Direttore di gara espressioni ingiuriose.

CITTADELLA – Nuovo portiere per il Cittadella. Ingaggiato il classe ’97 Elhan Kastrati. Per lui biennale con opzione per ulteriori tre anni.

COSENZA – Stefano Trinchera, ds del Cosenza, ha commentato così il mercato del club: «Credo che abbiamo fatto un buon lavoro, abbiamo concluso tanti colpi anche se, di solito, si aspetta sempre un giocatore in più. Ma non volevamo creare sovraffollamento. Abbiamo fatto una rosa con giovani di qualità, importanti anche in prospettiva futura… La squadra darà filo da torcere a tutti».

CREMONESE – U.S. Cremonese comunica di aver ceduto a titolo definitivo a SSC BARI i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Adriano Montalto.

EMPOLI – Marko Brkic è l’ultimo arrivo di mercato del Cagliari, che ne ha annunciato l’arrivo ufficiale in prestito dall’Empoli. Il giovane va in Sardegna a titolo temporaneo.

FROSINONE – Maurizio Stirpe, presidente del club, ha commentato così il mercato dei ciociari ai microfoni di Tuttofrosinone.com: «Le difficoltà ci sono come per le altre aziende. Il calcio non vive al di fuori dell’emergenza determinata dalla pandemia da Coronavirus. Il calcio è un’attività economica come altre, la gente non capisce ma ha le stesse o forse anche maggiori difficoltà che hanno tutte le attività che comprendono l’intrattenimento del pubblico. In presenza di difficoltà economiche e altre serie problematiche generate dalla pandemia, il mercato ne ha risentito ed è mancata quell’effervescenza e fluidità delle sessioni migliori. Situazione delicata di grande emergenza con cui dovremmo convivere ancora per parecchio tempo».

LECCE – Dopo i due giorni di riposo concessi dal tecnico Corini, la squadra si è ritrovata, nel pomeriggio, sul campo dell’Acaya Golf Resort & SPA per la ripresa della preparazione.

MONZA – Armando Anastasio si trasferisce a titolo temporaneo annuale al Rijeka, formazione croata qualificatasi ai Gironi di Europa League. Il terzino napoletano, arrivato a Monza nell’estate 2018, ha contribuito da protagonista alla cavalcata che ha riportato in Serie B i biancorossi dopo 19 anni.

PESCARA – Daniele Sebastiani, presidente del Pescara, ha parlato così a Rete8: «Sono stati centrati tutti gli obiettivi. Non abbiamo chiesto a Oddo di vincere il campionato. Lui deve pensare ad allenare, al resto ci pensiamo noi. Il centrale? Ci abbiamo provato, è arrivato Guth. Abbiamo investito su Nzita che è un 2000. Per lui c’è l’obbligo di riscatto, tireremo fuori ben 750.000 euro»

PISA – Il Pisa Sporting Club comunica di aver perfezionato l’accordo con la società A.C. Perugia per la cessione a titolo temporaneo (con obbligo di riscatto) delle prestazioni sportive del calciatore Mattia Minesso.

PORDENONE – Al Pordenone è stata inflitta un ammenda di 5000,00 euro “per responsabilità oggettiva, per avere, nell’intervallo della gara, una persona non autorizzata presente nello spogliatoio rivolto frasi gravemente ingiuriose e offensive all’Arbitro”

REGGIANA –  AC Reggiana ufficializza il trasferimento in prestito del difensore Riccardo Santovito. Il calciatore classe ’99 concluderà la propria stagione vestendo la maglia dell’AC Renate (Girone A – Serie C). Si comunica, inoltre, l’avvenuta rescissione consensuale del contratto con il centrocampista Matteo Serrotti. Al ragazzo un sincero ringraziamento per l’impegno profuso in granata

REGGINA –  Due fermati dal Giudice Sportivo: ALESSANDRIA Carmine (match analyst Reggina): per avere, al 30° del secondo tempo, contestato con veemenza l’operato arbitrale. GUIDO Maurizio (all. portieri Reggina): per avere, al 26° del secondo tempo, contestato con veemenza l’operato arbitrale

SALERNITANA – L’U.S. Salernitana 1919 comunica di aver raggiunto l’accordo con la S.S. Lazio per l’acquisizione a titolo temporaneo del portiere classe ’97 Marius Adamonis, del centrocampista classe ’98 Patryk Dziczek e dell’attaccante classe ’99 André Anderson Pomilio Lima.

SPAL – La Spal ha reso noto l’ingaggio dell’attaccante classe ’93 Alessio Pinotti. Che arriva dal Novara a titolo definitivo.

VENEZIA – Ripresi oggi gli allenamenti della squadra allenata da mister Zanetti in vista del terzo turno di campionato, che si giocherà sabato 17 ottobre e che vedrà il Venezia FC affrontare in trasferta la Cremonese.

VICENZA – La società LR Vicenza comunica di aver acquisito dall’FC Internazionale Milano, a titolo definitivo, il diritto alle prestazioni sportive di Samuele Longo. Il calciatore ha sottoscritto un accordo sino al 30 giugno 2023.

VIRTUS ENTELLA – Antonio Gozzi, presidente della Virtus Entella, ha parlato così del caos suscitato da Juve-Napoli: «Alla situazione nella quale ci troviamo credo vada posto rimedio rapidamente perché oggi si è perso il controllo, non si sa cosa si deve fare. Come abbiamo potuto vedere, c’è il rischio di squadre che non vanno a giocare perché lo impone l’ASL e perdono a tavolino. Il tema competenza regionale della sanità è la complicazione. Dopo un lavoro lunghissimo il Governo, il Ministero salute, il Comitato tecnico-scientifico e il ministero dello Sport hanno stilato un protocollo che ha funzionato per la fine dello scorso campionato e improvvisamente non funziona più alla ripresa perché ci sono ASL che decidono di fare diversamente da quanto disposto dal protocollo. Forse quel protocollo, tenuto conto delle competenze regionali, si doveva discutere in una conferenza Stato-Regioni. Però le regole c’erano. Sofferte, discusse ma c’erano. Si è deciso di non tenerne conto e di applicare nuove regole secondo la discrezionalità delle ASL, il che crea, in un campionato nazionale, il rischio di disparità di trattamento. Salta la par condicio necessaria».