Connettiti con noi

Calciomercato

Inter, Spalletti rifiuterebbe la risoluzione del contratto: resta soltanto l’esonero

Michele Ruotolo

Pubblicato

su

spalletti inter

Inter ancora alle prese con la decisione riguardante il prossimo allenatore: per Luciano Spalletti l’unica possibilità è quella di un esonero senza accordo sul contratto in essere

L’Inter è ancora indecisa riguardo al futuro della panchina: resta in bilico Luciano Spalletti, mentre non ci sono certezze nemmeno sull’ingaggio di Antonio Conte, che rimane in attesa di una chiamata da parte della Juventus (senza trascurare la concorrenza della Roma). Di sicuro al momento nelle valutazioni nerazzurre sono coinvolti più fattori: primo di questi, molto caro a Suning, è quello relativo alla fattibilità economica di un eventuale operazione che porterebbe alla cacciata di Spalletti per fare posto a Conte. Anche in caso di qualificazione alla prossima Champions League, con relativi introiti, sarebbero non pochi i dubbi di Zhang Jingong in tal senso.

L’esonero di Spalletti, che ha un contratto valido sino al 2021, costerebbe infatti all’Inter circa 28 milioni di euro lordi. Non è tutto: come riporta stamane La Gazzetta dello Sport, sarebbe ad oggi categoriamente da escludere la possibilità che il tecnico toscano accetti una risoluzione consensuale del proprio accordo con una buonuscita inferiore rispetto a quanto gli sarebbe teoricamente dovuto (anche perché per lui non si intravedono possibili offerte all’orizzonte in vista dell’estate). Dopo il pareggio rimediato con l’Udinese comunque le quotazioni di una possibile riconferma di Spalletti restano in netto calo.

Advertisement