Spezia: Di Carlo subito a lavoro

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico aspettava il Verona, poi ha ceduto al pressing ligure

E’ stata chiusa ieri all’Hotel Gallia di Milano intorno alle 22 la trattativa con Mimmo Di Carlo: il tecnico, che ieri doveva assistere a Bergamo al match Atalanta-Torino, ha verificato telefonicamente quello che è successo a Verona e Udine e deciso di accettare l’offerta dello Spezia. L’offerta, che gli è stata presentata inizialmente da Claudio Vinazzani, dell’area tecnica ligure, prevede, secondo Tuttosport, un contratto fino al 2017 con bonus compresi e la possibilità di intervenire sul mercato a gennaio. Oggi Di Carlo dirigerà alle 15 il primo allenamento.

SUBITO A LAVORO – La fretta è dovuta alla necessità di dover anticipare i tempi, visto che venerdì ci sarà la sfida complicata contro il Crotone. L’alternativa era Fabio Gallo, tecnico della Primavera, che ieri non ha potuto condurre l’allenamento perché impegnato con gli aquilotti nel Trofeo Facchetti a Chiavari. Il presidente Grazzini, il neo direttore sportivo Fusco  e il responsabile finanziario Micheli hanno forzato sulla pista Di Carlo per evitare altre incertezze e alla fine l’allenatore ha ceduto alle pressioni. Stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, la tentazione di aspettare almeno fino alla prossima settimana notizie da Verona era forte, ma lo Spezia non poteva più aspettare.