Connettiti con noi

Hanno Detto

Supercoppa Italiana, Moratti: «Non mi fido della Juve. Ecco in cosa spero»

Pubblicato

su

Moratti
Ascolta la versione audio dell'articolo

L’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti ha parlato della Supercoppa in programma questa sera e non solo

Intervenuto ai microfoni di Radio Radio, lo storico ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, ha parlato anche dell’atteso match di questa sera:

INTER JUVE – «Sarà la solita partita difficile, ricca di tensione. I bianconeri hanno tutto per rimettere in sesto la stagione, mentre i nerazzurri sono in forma, entusiasti e belli da vedere. La partita di 90 minuti può dare qualsiasi esito, sarà certamente divertente. Speriamo non troppo nervosa».

CHI PRENDEREBBE DELLA JUVE ALL’INTER – «Un giocatore che ha grandi qualità e talento è Chiesa. Così come Dybala è sempre da prendere. Gli altri giocatori sono un po’ da scoprire».

COVID – «La mia posizione è sempre stata per la salute, perché se non c’è quella non si può tornare a lavorare. Però mi è sembrato di capire che la stagione è tanto piena di impegni tra campionato e Nazionale, così non ci sarebbe il tempo per rinviare le partite. Avendo un anno di Covid spaventoso (il 2020), si è ripartiti con una densità di impegni poco prudente. Nazionalmente era difficile trovare una soluzione, ma a livello internazionale qualcosa in più si poteva fare. In questo modo il campionato ha tante partite in cui giocano calciatori scesi in campo pochi giorni prima, con tante riserve, ragazzini. Tutto un po’ falsato. Non sono stati fatti gli interventi giusti. Ma penso alla buona volontà di fare tante cose che non si è riusciti a portare a termine».