Thorsby: «Andiamo a Torino con l’intenzione di fare una grande partita»

Iscriviti
Thorsby Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Morten Thorsby, centrocampista della Sampdoria, ha parlato sulle pagine de La Gazzetta dello Sport. Le sue parole

Il centrocampista della Sampdoria Morten Thorsby ha rilasciato alcune dichiarazioni sulle pagine de La Gazzetta dello Sport:

CRESCITA – «Un po’ me lo aspettavo. Sono cresciuto molto, questo è per me motivo di soddisfazione, anche se l’inizio è stato difficile. Sapevo che il primo anno di A sarebbe stato così, ma in quel momento sono stati importanti il presidente Ferrero, la società e i compagni. Ora che le cose vanno bene voglio ringraziarli pubblicamente».

DEBUTTO – «Non lo posso dimenticare. Vivevamo un momento complicato, ma riuscimmo a vincere giocando bene. E dopo la storia è cambiata».

ECOLOGIA – «È un processo lungo. Io provo innanzitutto ad essere sempre me stesso. La zona dove vivo è splendida, e in generale gli italiani sono giustamente orgogliosi del loro Paese. Devono solo imparare a proteggere di più la natura, ma vedo che le nuove generazioni sono molto sensibili al problema».

DUTTILITÀ – «Pregio? A volte sì, a volte no. A me, comunque, diciamo che interessa soltanto aiutare la squadra in campo, la posizione in cui mi schiera il mister è un aspetto assolutamente secondario».

STAGIONE – «Siamo dispiaciuti per il derby, eravamo riusciti a pareggiare il loro vantaggio, ma non è bastato. Però la soddisfazione più grande alla fine è avere raggiunto il traguardo della salvezza. Penso già al prossimo anno, la mia speranza è che tutti noi possiamo vivere una stagione più tranquilla».

JUVE – «Sappiamo che la partita contro di noi è importante per la Juventus, ma andiamo a Torino intenzionati a fare una grande prestazione. All’andata tutta la Samp giocò benissimo, e fummo battuti solo da due prodezze».

RANIERI – «Ho un rapporto splendido. Ha fatto un gran lavoro su tutti noi, tirando fuori il meglio anche quando le cose non andavano bene».