Torino, le parole di Don Robella: «Sarà un 4 maggio da portare nel cuore»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Torino, le parole di Don Robella: «Non sappiamo ancora come potremo viverlo, ma sarà un 4 maggio da portare nel cuore»

Don Riccardo Robella, padre spirituale del Torino e sacerdote della messa di Superga, ha deciso di rivolgersi a tutti i tifosi granata. E l’ha fatto attraverso un video pubblicato su YouTube in cui invita «a lottare, ma questo non ci è nuovo, per quanto riguarda il destino sportivo, ma anche per alcune cose che sono successe nella vita di ciascuno di noi. Attraversiamo questo momento insieme, anche se a distanza».

Quindi un chiaro riferimento al 4 maggio, a poco più di un mese dalla ricorrenza della tragedia di Superga. «Non sappiamo ancora come potremo vivere quel momento. Ma sarà un 4 maggio che ciascuno di noi porterà nel cuore, nel quale dovremo segnare anche la nostra riscossa. Nella nostra storia abbiamo vissuto tante tragedie, è vero. Ma da tutte siamo stati capaci di rinascere, di risollevarci, di venirne fuori. E lo faremo anche questa volta, con la nostra caratteristica, il tremendismo, ricostruendo meglio, qualcosa di più bello e di più grande».