Toro fermato dai legni, Higuain decreta la clamorosa beffa

© foto www.imagephotoagency.it

SERIE A TORINO NAPOLI SINTESI –  Napoli e Torino si sono affrontati nel primo posticipo della 28esima giornata di Serie A. I granata sono scesi in campo con l’intenzione di interrompere lo score negativo di 3 sconfitte consecutive, partenopei alla ricerca di una vittoria esterna per agguantare il secondo posto occupato dalla Roma di Garcia.

PRIMO TEMPO –  I primi minuti di gara sembrano presentare un Napoli destinato a fare la partita e il Torino a chiudere le linee di passaggio degli avversari. Ben presto, però, questa impressione viene in parte smentita. Con il passare del tempo, infatti, i granata acquistano fiducia e conquistano il possesso palla e il controllo del match. Al 18′ Meggiorini scalda le mani a Reina grazie ad un potente diagonale. Dieci minuti dopo Callejon mette in mezzo un traversone rasoterra pericoloso, ma Higuain tarda l’appuntamento con il pallone. Poco dopo arriva l’occasione più clamorosa della prima frazione: Bovo avanza palla al piede e scarica un destro che si infrange sull’incroncio dei pali e va sul fondo. I partenopei, dunque, concludono il primo tempo senza aver effettuato nessun tiro da ricordare nello specchio. Il Torino si dimostra meglio organizzata nei movimenti corali dei propri componenti, partenopei che spesso si affidano esclusivamente alle giocate dei singoli.

SECONDO TEMPO –  I secondi 45′ si aprono ricalcando la falsa riga del primo tempo. El Kaddouri si fa apprezzare per un’ottima azione, salta l’uomo ma la sua conclusione è debole. Dopo pochi minuti arriva il secondo legno per il Torino: buona azione personale di Barreto che fornisce un ottimo assist a Meggiorini che però colpisce il palo. La reazione del Napoli non arriva e Immobile, appena entrato in campo, impensierisce la difesa avversaria prima con un tiro dalla distanza e poi con uno spunto sulla sinistra. L’occasione più clamorosa capita proprio sui piedi del centravanti ex Genoa e Juve che riceve palla da Kurtic e tutto solo davanti a Reina spara altissimo. Al 39′ Mertens riesce ad andar via sulla fascia, si accentra e lascia partire il tiro che però è controllato da Padelli. L’azione del belga preannuncia la beffa; al minuto 89 Hamsik lancia da metà campo, Higuain spinge forse falosamente Glik ma l’arbitro lascia giocare, faccia a faccia con l’estremo difensore avversario “El Pipita” non sbaglia: 0-1 per il Napoli e fischio finale. Risultato molto generoso per i partenopei ai danni di un ottimo Torino che non meritava la sconfitta.