Tottenham Manchester City, Mourinho può sognare grazie a Son e Lo Celso

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

La supersfida Tottenham-Manchester City regala un sabato da capolista alla formazione di Mourinho, il quale batte con pieno merito l’antico rivale Pep Guardiola

Per la settima volta in carriera Josè Mourinho batte la sua nemesi catalana e vola al comando della Premier League dopo Tottenham-Manchester City. I suoi ragazzi lo hanno fatto giocando esattamente come ama il tecnico portoghese: con carattere, disciplina e attenzione massima alla fase difensiva.

Insomma, i tifosi Spurs possono davvero sognare dopo la quarta vittoria consecutiva in campionato e poco importa se domani il Leicester rimetterà il naso avanti o il Liverpool affiancherà in vetta i londinesi. Ciò che più conta è la sensazione di solidità che Mou è riuscito a donare alla sua squadra, a distanza di un anno esatto dal suo approdo.

Al cospetto del Manchester City la prestazione è stata pressoché perfetta, soprattutto in una ripresa vissuta in trincea a difendere il vantaggio-lampo siglato da Son. Sostanzialmente zero le occasioni concesse a De Bruyne e compagni, incapaci di scardinare una difesa che dopo il raddoppio di Lo Celso si è fatta ancor più serrata. E Mourinho se la gode…