Milan, settimana chiave per il futuro: i soldi di Yonghong Li non ci sono

yonghong li milan
© foto www.imagephotoagency.it

Entro fine mese l’azionista deve far fronte alla richiesta di 10 milioni. Altrimenti interviene Elliot. Le ultime sul Milan e su Yonghong Li

Il Milan rimane in attesa del bonifico da 10 milioni di euro di Yonghong Li. Il patron rossonero deve versare la prima tranche dell’aumento di capitale deliberato nell’ultimo CdA. La prima tranche degli oltre 37 milioni serve per far fronte a esigenze di cassa, dunque per far fronte a pagamenti ma al momento il bonifico non è ancora arrivato. Come un anno fa di questi tempi, quando Ses, la cordata interessata a rilevare il Milan, attendeva l’ok del governo cinese e Fininvest attendeva invano il bonifico da 80 milioni a garanzia.

Se il patron cinese non dovesse versare la somma richiesta, ci penserebbe il Fondo Elliott che nel frattempo ha proposto a Mr Li un prestito-ponte di 35 milioni di euro ad un interesse vicino all’11,5% del prestito pre-closing. Al Milan attenderanno al massimo entro la fine del mese. Yonghong Li dunque ha ancora tempo ma nel caso di inadempienze il Fondo Elliott, che ‘vanta’ 381 milioni di euro di credito con i rossoneri, verserebbe i 10 milioni necessari. Domani sarà l’anniversario dello storico passaggio da Berlusconi a Li. E’ passato un anno e i dubbi sul proprietario cinese restano.