Ancelotti rivela: «Mai alle rivali del Real Madrid»

39
ancelotti milan berlusconi
© foto www.imagephotoagency.it

Ancelotti, allenatore giramondo per eccellenza, ammette che non tradirebbe mai la sua storia calcistica per abbracciare le rivali delle squadre in cui ha allenato

TOP TRAINER – Ha vinto dovunque ha allenato, ora si appresta a vivere la prima annata con il Bayern Monaco e sarà proprio l’Atletico Madrid, acerrimo nemico del suo Real, a testarne la forma in Champions League. Ancelotti ne parla così a Marca: «E’ sempre complicato affrontare l’Atletico, e lo sarà anche stavolta. La finale fu dura, così come i quarti di finale l’anno dopo. Vincemmo ma ci riuscimmo solo alla fine, con Chicharito».

RICONOSCENZA – Con il mercato nevrotico dei giorni nostri, calciatori e allenatori possono difendere i colori che amiamo oggi ma abbandonarci domani per quelli che odiamo, sportivamente parlando. Ma c’è chi dice no come Ancelotti: «E’ la mia storia e devo rispettarla: non allenerei mai Atletico e Barcellona in Spagna. Stimo questi club, ma non potrei dopo essere stato per due anni e mezzo l’allenatore del Real Madrid. Così come Inter e Lazio in Italia, visto che sono milanista». Ci sono ragioni del cuore che la mente non conosce e da oggi, dopo questa dichiarazione d’amore, i supporters dei club che ha condotto alla vittoria lo adoreranno ancor di più.

Calcionews24
Un redattore di Calcionews24.
Condividi
Articolo precedente
marchisio-juventus-polo-agosto-2016-ifaJuventus, Marchisio verso il rientro. Ecco quando
Prossimo articolo
Smentita FininvestDiego Lopez: «Grazie Milan, 2 anni indimenticabili»