Atalanta Lazio: Gasperini non sbaglia mai, biancocelesti belli a metà

Gasperini Juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Atalanta Lazio: Gasperini non sbaglia mai, biancazzurri belli a metà. Una partita dai due volti come all’andata, ma fanno festa gli orobici

Una partita dai due volti, come il match di andata dello stadio Olimpico. Questa volta però ha avuto ragione l’Atalanta e la rimonta è avvenuta al contrario. Tanti i difetti da parte di entrambe le squadre, tanti anche i pregi. Il secondo round lo vincono i nerazzurri, con una super rimonta che frena le ambizioni della Lazio in chiave scudetto. Ora servirà un cambio di rotta in casa biancazzurra, mentre gli orobici si godono la seconda vittoria consecutiva e quel quarto posto che diventa sempre di più una certezza.

SOLITA ATALANTA – Prima si deve andare sotto, poi si reagisce. Ormai il mantra atalantino è uno soltanto, se non si subisce difficilmente si farà bene. Pronti-via, subito 2-0 nel proprio stadio: un risultato difficile da digerire soprattutto per chi è in campo. Le reti subite caricano e svegliano gli orobici, che pian piano ricostruiscono il loro gioco e iniziano ad asfissiare la Lazio. Un pressing costante, continuo e senza sosta: il gol di Gosens che rimette tutto a posto. Nella ripresa ci pensa un gran sinistro di Malinovskyi e colui che condanna le romane, ovvero José Luis Palomino. Ancora una volta a far festa è proprio la Dea.

LAZIO BELLA A META’ – I biancazzurri soffrono e lo fanno per un tempo intero. Troppa Atalanta anche per una Lazio così, bella a metà. Il lavoro ad elastico che chiede Inzaghi stanca e lo si vede soprattutto nella parte finale. Peccato, ora la vetta si allontana. I sogni scudetto no: il campionato, nonostante le frasi fatte, è ancora lungo. Ma le partite durano 90′ (più recupero) e la Lazio dovrebbe aver imparato la lezione.