Rinnovi Inter, tutto rimandato (a parte Icardi). C’è il caso Candreva

candreva inter
© foto www.imagephotoagency.it

I nerazzurri pensano ai rinnovi ma senza fretta. Miranda, Ranocchia e Santon dovranno aspettare. C’è il caso Candreva

L’Inter proverà a blindare Mauro Icardi. I nerazzurri hanno dato la priorità al prolungamento dell’accordo del capitano. La clausola da 110 milioni di euro rischia di essere ‘obsoleta’ visto l’innalzamento dei prezzi e c’è bisogno di blindare il capitano. Secondo Il Corriere dello Sport, a parte l’argentino, non esistono altre posizioni urgenti. Berni ha il contratto in scadenza ma deciderà solo al termine della stagione se proseguire ancora con l’Inter: è il terzo portiere ed è considerato un vero e proprio uomo spogliatoio. A ‘preoccupare’ c’è il ‘caso’ Candreva.

L’esterno offensivo ex Lazio è legato all’Inter da un accordo fino al 2020. Prolungare l’accordo avrebbe più che altro il vantaggio di abbassare la quota di ammortamento e questo potrebbe portare dei benefit al bilancio. Per sfruttare questa occasione bisognerà giungere a un’intesa e ratificarla entro il prossimo 30 giugno. Il giocatore è corteggiato da alcuni club e la sua permanenza non è scontata. L’Inter, con calma, affronterà anche le questioni relative ai contratti di Ranocchia, Santon e Miranda: tutti e tre hanno un’intesa fino al 2019 e potrebbero anche andare via. Non solo Icardi. L’Inter pensa agli altri rinnovi ma senza fretta.