La Conmebol risponde a Messi: «Ci ha mancato di rispetto. Accuse infondate»

© foto www.imagephotoagency.it

Quella di Messi è una delusione comprensibile, ma secondo la Conmebol la Pulce ha superato il limite. Ecco il comunicato ufficiale della Federazione

Le accuse, pesantissime, di Messi non sono passate inosservate. Per due volte la Pulce si è scagliato contro la Conmebol rea di essere corrotta e di aver favorito il Brasile. L’argentino non si è presentato alla cerimonia di presentazione scatenando l’ira della Federazione che ha emesso un duro comunicato.

«Nel calcio a volte si vince e a volte si perde. Uno degli elementi fondamentali del fair play è accettare i risultati con lealtà e rispetto. E la stessa cosa vale per le decisioni arbitrali, che sono prese da essere umani e quindi saranno sempre migliorabili. È inaccettabile che in ragione di incidenti tipici di una manifestazione, a cui hanno preso parte 12 nazionali, tutte nelle stesse condizioni, siano state lanciate accuse infondate, che non corrispondono a verità e che mettono in dubbio l’integrità della Copa América. Queste accuse rappresentano una mancanza di rispetto alla manifestazione, a tutti i calciatori che hanno partecipato e alle centinaia di lavoratori della Conmebol, una istituzione che dal 2016 non ha fatto altro che lavorare instancabilmente per rendere più trasparente, professionale e sviluppare il calcio sudamericano»