Connettiti con noi

Atalanta News

Consigli Fantacalcio 13^ Giornata Serie A: Spinazzola, guizzo da ex?

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Ritorna l’appuntamento con i Consigli Fantacalcio sulla 13^ Giornata di Serie A che inizierà con l’anticipo del sabato tra Fiorentina e Hellas Verona

Tra azzardi e sorprese, conferme o delusioni, ecco i nostri Consigli Fantacalcio su chi schierare, e chi magari no, nella 13^ Giornata di Serie A:

Fiorentina-Hellas Verona. I Viola sembrano finalmente in ripresa al pari del loro frontman Ribery. Fiducia nel fuoriclasse francese, in Vlahovic, Castrovilli e nell’ex Amrabat. Dietro, un colpetto di Milenkovic o Pezzella ci può stare alla grande. Emergenza in attacco per Juric che dovrebbe affidarsi a Salcedo. Voi potete invece evitarlo e concentrarvi su Zaccagni, Dimarco, Faraoni e Tameze.

Sampdoria-Crotone. Il bel successo del Bentegodi ha risvegliato il Doria cui concediamo chance ampie di bissare. Via libera per il ritorno da titolare di Quagliarella, ma anche per Verre e Ramirez. Non trascurate nemmeno Tonelli e Colley, così come il rientrante Thorsby. Dopo i due risultati utili, Stroppa cerca il tris affidandosi alle sue certezze. Difficile, però, garantirsi successi in chiave Fantacalcio: potete provare con Molina o Reca e con un Messias spesso utile a tutto campo.

Parma-Juventus. Eh insomma, i ducali sperano di mantenere la striscia positiva ma contro i bianconeri sarà durissima. Andateci piano. Kucka può essere una garanzia, così come Gervinho potrà sfruttare gli spazi in contropiede. Per il resto, non inventatevi nulla. Inutile dire che Cristiano Ronaldo non sbaglia due partite di fila. Un ritorno in auge di Kulusevski da ex? Perché no, Pirlo potrebbe concedergli la chance dal primo minuto. Continuità anche per l’ottimo Chiesa e per il colossale De Ligt di queste settimane.

Torino-Bologna. Per Giampaolo è l’ultima spiaggia o giù di lì. Belotti è sempre l’uomo cui aggrapparsi, insieme a quel Lukic che mostra sempre condizione atletica straripante. Per una sorpresa dalle retrovie, spazio a Lyanco che contro Mihajlovic vorrà fare bella figura. Ma i rossoblù non è che stiano tanto meglio, visti i numerosi infortunati. Barrow è però sempre scheggia impazzita, mentre Soriano e De Silvestri potrebbero far piangere i loro vecchi tifosi…

Benevento-Genoa. Andiamo con tutte le fiches su Lapadula, atteso al ritorno al gol. A proposito di ex genoani, occhio anche al redivivo Iago Falque, mentre su Ionita, Letizia e Glik si potrebbe fare anche un pensierino. Rossoblù però in fiducia dopo la bella prova contro il Milan: Scamacca è sempre l’uomo in più, ma si può anche tentare con qualche carta a sorpresa: Ghiglione, Goldaniga o Lerager.

Cagliari-Udinese. Il rientro di Godin porta con sé qualche incognita. Le certezze si chiamano invece Rog, Nandez e Sottil. Joao Pedro un po’ appannato negli ultimi giorni, così come un Simeone ancora poco brillante: operazione riscatto? Nella sfida tra portieri in forte ascesa, Musso e Cragno sono sempre valide scelte. Fiducia piena in Stryger Larsen e nell’inossidabile coppia PereyraDe Paul. Tra gli attaccanti, invece, nessuna ispira particolarmente.

Inter-Spezia. Aria di turnover per Antonio Conte, non però per Lukaku e Lautaro: assolutamente intoccabili in gare come questa. Si dovrebbe rivedere anche Hakimi dal primo minuto, così come potrebbe esserci spazio per Sensi. Un colpo dalle retrovie? Perché no, Skriniar, D’Ambrosio o addirittura Ranocchia tra le possibili rivelazioni. Durissima concedere spazio a qualche spezzino: se proprio dovete, via libera per Nzola mai così prolifico in carriera e per Maggiore, in costante crescita di rendimento.

Sassuolo-Milan. Lunga vita a Ciccio Caputo che torna tra i titolari, ma la bestia nera dei rossoneri è “storicamente” Mimmo Berardi. Sul sicuro anche con Djuricic, un po’ meno con Obiang e Lopez. Tra i difensori scegliete più Ferrari che altro. Ancora senza Ibra, il Diavolo si affida a Calhanoglu e Rebic, affamati di gol come non mai. Potrebbe essere la volta buona. Kessié rigorista è un “must”, mentre il rientrante Theo Hernandez ovviamente non può stare fuori.

Atalanta-Roma. Papu o non Papu? Il dilemma del mese in casa orobica è di quelli complicati, anche se il numero 10 contro la Juve è entrato con il piglio giusto. Zapata e Muriel vivono un periodo di appannamento in zona gol, ma tenerli a scaldare la panchina può essere delittuoso. Gosens a tutti i costi, sì anche a Romero. Tra i giallorossi, Spinazzola e Mkhitaryan sono gli uomini copertina, mentre Pellegrini sta vivendo una settimana al top. Tra i difensori, meglio Smalling di Ibanez e Kumbulla.

Lazio-Napoli. Altro big match a chiudere la domenica è Inzaghi che si aggrappa ai suoi big: Immobile, Milinkovic-Savic e Luis Alberto devono trascinare i biancocelesti fuori dalle secche. Per un guizzo inatteso, giocatevi la carta Lazzari. Emergenza attacco per Gattuso, ma il Lozano di quest’anno è comunque una garanzia. Politano è poi sempre tra i più positivi, al pari di un Zielinski sempre pericoloso nelle sue proiezioni offensive. Koulibaly e Manolas sono in ottima forma: dopo aver annullato la Lu.La. è possibile che si ripetano contro le stelle laziali.