Emergenza Coronavirus: il City non manderà i propri tesserati in cassa integrazione

Guardiola Mourinho Manchester City
© foto www.imagephotoagency.it

Emergenza Coronavirus: il Manchester City ha deciso di non mandare i propri tesserati in cassa integrazione

A differenza di quanto deciso dal Liverpool, il Manchester City ha scelto di non mandare i dipendenti dello staff in cassa integrazione. Si tratta del primo top club inglese a intraprendere una decisione. La conferma è arrivata da un portavoce del club ai microfoni di Sky Sports.

«Possiamo confermare, in seguito a una decisione del presidente e della dirigenza della scorsa settimana, che il Manchester City non utilizzerà lo UK Government’s Coronavirus Job Retention Scheme. Siamo determinati a proteggere la nostra gente, il loro lavoro e i nostri affari, mentre allo stesso tempo facciamo ciò che possiamo per sostenere la nostra comunità più ampia in questo momento difficile per tutti»