Empoli, Martusciello attende il Sassuolo: «Conterà l’approccio, dovremo essere feroci»

martusciello empoli
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore dell’Empoli, Giovanni Martusciello, è intervenuto alla vigilia della gara contro il Sassuolo

LEmpoli è atteso domani dall’importante sfida casalinga contro il Sassuolo. In palio importanti punti salvezza, con l’orecchio a Crotone, dove i ‘pitagorici’ (a -5) affronteranno il Milan. L’allenatore dei toscani, Giovanni Martusciello, ha presentato così la gara col Sassuolo di domani: «Sarà una partita complicata, veniamo da due ottimi risultati, dovremo capire l’approccio – le parole del tecnico in conferenza stampa – Non possiamo pensare di essere diventati bravi all’improvviso. In queste cinque partite si andrà a strutturare il nostro futuro. Domani ci vorrà grande impegno mentale più che fisico. Il Sassuolo? E’ forte, allenato benissimo. Quest’anno ha avuto grandi difficoltà, con l’Europa League hanno avuto tanti infortuni. Sono stati bravi a sollevarsi. E’ una squadra in salute, da affrontare la vedo più forte di Milan e Fiorentina. Buchel? Ci sarà da risolvere questa situazione, domani non c’è. Mchedlidze neanche dopo il problema col Milan, Croce è da valutare perchè ha avuto un risentimento. Marilungo, per fortuna, ha evitato l’operazione. Cosic? Sarà ancora assente. Paura? I risultati aumentano l’autostima, ma l’equilibrio è sottile, guai a cadere nella presunzione. C’è da soffrire fino all’ultima partita col Palermo. Il Sassuolo ha lo stesso sistema di gioco del Milan, hanno molta qualità sugli esterni. Il pubblico? Sono convinto che se domani non affrontiamo la partita in modo giusto, i fischi ci pioveranno addosso. Noi dovremo essere feroci, determinati. Barba? Sta giocando perchè mi ha dato delle garanzie, il titolare rimane comunque Costa. Davanti? Thiam ha forza e fisicità, El Kaddouri ha genialità».