Esonero Di Francesco, Zaniolo ringrazia il suo mentore: e ora? – FOTO

Esonero Di Francesco, Zaniolo ringrazia il suo mentore: e ora? – FOTO
© foto www.imagephotoagency.it

Roma, dopo l’esonero di Di Francesco, Zaniolo ringrazia il suo mentore sui social: l’ex tecnico giallorosso lo fece esordire a Madrid – FOTO

Uno dei pochi giocatori a salutare e a ringraziare Di Francesco, dopo l’esonero, è stato Nicolò Zaniolo. Questo perchè Di Francesco è stato un vero e proprio padre calcistico per il classe ’99. Prima dell’ex tecnico giallorosso, solo Roberto Mancini ha creduto nelle qualità del giovane centrocampista, avendolo convocato in nazionale pur non avendo collezionato nessuna presenza tra i professionisti. Ma poi è stato l’operato di Di Francesco a far esplodere la classe di Nicolò. L’esordio è di quelli importanti, nello stadio europeo più importante: il 19 settembre 2018 Zaniolo esordisce tra i professionisti, al Santiago Bernabeu, in Champions League, contro il Real campione in carica. Nonostante il palcoscenico, l’esordio non fu dei migliori: 54′ senza brillare, con la Roma che uscì sconfitta per 3-0. Da quella prova scialba però Zaniolo ha trovato la forza per esprimere tutto il suo talento: Di Francesco gli ha dato sempre più spazio, nei tre a centrocampo, da falso nueve, da esterno alto a sinistra. E Nicolò ha ripagato la fiducia, con prestazioni di grande livello, fino a quella doppietta in Champions League contro il Porto, che gli è valso un curioso record: nessun giocatore italiano aveva fatto prima una doppietta in Champions prima di compiere 20 anni.

Il momento della verità

Ora, con la gestione Ranieri, riuscirà Nicolò a reggere quei livelli che lo hanno portato all’attenzione di tutti i grandi club europei? Riuscirà Zaniolo a non subire un contraccolpo psicologico, avendo perso il suo mentore? L’impressione è che questo sia già un momento decisivo della giovane carriera di Zaniolo, una sliding door che potrà condurlo in due direzioni: confermarsi a questi livelli, ed entrare nell’Olimpo dei centrocampisti più forti d’Europa; oppure sgonfiare quanto di buono fatto, venendo ricordato come uno dei tanti rimpianti del calcio. Conviene fare il tifo per la prima possibilità, perchè dalle fortune di Zaniolo passano anche quelle della Nazionale Italiana.

View this post on Instagram

Grazie di tutto mister!

A post shared by Nicoló Zaniolo (@nicolozaniolo) on