Fiorentina, Prandelli: “Non meritavamo di perdere”

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Cesare Prandelli, intervistato da Sky al termine della partita di campionato contro il Milan ha commentato il risultato maturato tra le due squadre. Queste le dichiarazioni dell’allenatore viola: “Siamo partiti bene, ma ci è mancato lo spunto importante. Abbiamo corso fino alla fine per realizzare una partita che non meritavamo di perdere. Il fallo di Kroldrup? E’ un’entrata scomposta, però prende la palla e nel dubbio non siamo stati mai fortunati quest’anno…accettiamo, ma il calciatore prende la palla. Se i giocatori hanno dimostrato attaccamente? Lo abbiamo dimostrato in cinque anni, può capitare un momento poco lucido, ma la squadra stasera non era in vacanza, era attenta e ci ha provato. Gilardino? E’ una cosa vecchia, è passata, si guarda avanti e tutti abbiamo la consapevolezza di poter migliorare questa squadra e quest’anno abbiamo fatto un campionato importante. Dirsi le cose in faccia? Quelle ce le siamo sempre dette. Ieri il presidente è voluto essere presente e determinato e per noi è importante perchè si fa sentire, è presente ed è un punto di riferimento per la squadra. E’ inutile tornare sull’argomento Gilardino, per diventare grandi bisogna anche saper accettare certi momenti, prendersi le proprie responsabilità  e rispondere sul campo. Cosa ci vuole per fare il salto? In questo momento molta più freschezza e determinazione per attaccare la profondità , non risuciamo a liberare giocatori per attaccare la linea difensiva, cosa che facevamo molto bene nei primi sei mesi. Abbiamo avuto problemi non indifferenti con determinati giocatori e questo ha complicato le cose.”