Juric è realista: «C’è un abisso tra Genoa e Inter»

genoa juric Migliore
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo il ritiro punitivo di Acqui Terme il Genoa è atteso dal confronto contro l’Inter: in conferenza stampa il tecnico rossoblu Ivan Juric ha analizzato la sfida contro i nerazzurri, ecco le sue parole

Reduce dalla rocambolesca sconfitta contro il Chievo, il Genoa è atteso domani dalla sfida contro l’Inter di Stefano Pioli. Il Grifone è a caccia di punti importanti per scacciare il pericolo retrocessione, ecco l’analisi in conferenza stampa di Ivan Juric: «Come ho visto la squadra in ritiro? Bene, i ragazzi si sono allenati nel modo giusto. L’Inter? E’ fortissima, nell’ultimo periodo ha avuto un periodo di flessione. Dipende molto da cosa faranno loro, funziona così con le grandi squadre: non dipende tutto da te, deve andare tutto alla perfezione. Se non scenderemo in campo cattivi andremo a perdere, servirà grande concentrazione e dovremo giocare bene come abbiamo fatto contro il Chievo. C’è però un abisso tra le due squadre sia a livello qualitativo che come forma. Una vittoria vale la salvezza? Assolutamente no, lo dice la classifica. Le lacrime in conferenza stampa? Vivo di emozioni, il nostro è un lavoro freddo e passionale ma magari ti dà emozioni come nessun altro impiego. Stima dei tifosi? Ho avuto tanti attestati di stima che c’erano anche prima, qualcuno ha mosso delle critiche ma va bene così: non mi sono mai sentito abbandonato dai tifosi. La formazione? Stanno tutti bene, giocheranno dal 1’ Biraschi e Beghetto: si sono allenati bene, faranno una buona prestazione. Beghetto è molto giovane ma ha un atteggiamento giusto, è cresciuto molto. Attacco? Scelgo in base all’avversario e alla gara che mi aspetto. Preziosi? Mi sono sentito con il presidente, anche lui è rimasto molto male per come è arrivata la sconfitta con il Chievo».