Gosens: «Orgoglioso dell’accostamento a Juve ed Inter. Decide l’Atalanta»

© foto www.imagephotoagency.it

Gosens ha parlato ai microfoni di Spox e Dazn dichiarandosi orgoglioso dell’accostamento ad Inter e Juve ed aprendo alla possibile cessione.

Gosens ha parlato ai microfoni di Spox e Dazn dichiarandosi orgoglioso dell’accostamento ad Inter e Juve ed aprendo alla possibile cessione: «È un grande onore essere associati a squadre come la Juventus o l’Inter. Questo mi rende orgoglioso e mi fa capire che sto facendo molte cose giuste in questa stagione. Certo, quando sento dire che per Robin Gosens sono pronte a offrire 30 milioni di euro, mi sento davvero male. Faccio fatica a capire, però d’altro canto l’Atalanta sa benissimo che sto avendo statistiche incredibilmente buone in questa stagione, numeri difficilmente superabili la prossima. Quindi da un punto di vista economico potrebbe anche essere comprensibile vendermi».

ANCORA NIENTE- «Non abbiamo ancora affrontato il tema. Prima di tutto, non vedo l’ora che arrivi la grande avventura della Champions League con l’Atalanta. Ci siamo qualificati direttamente per la Champions League per la seconda volta. Pochissimi se lo sarebbero aspettati ed è un enorme successo. Forse in futuro sarà tempo di combattere per lo Scudetto. Ma se avessi l’opportunità di passare a un club di alto livello, sarei anche stupido se non lo accettassi. D’altra parte, qui a Bergamo non siamo così lontani dal diventare una squadra di spicco. Ecco perché non ci sono poi cose tante destinazioni che possano avere un senso per me».

SULLA BUNDESLIGA- «Andrei volentieri, ma non come spettatore, bensì come giocatore in campo. Vorrei soddisfare questo desiderio. Poi, per me, gli aspetti finanziari non saranno mai importanti. Per me si tratta puramente di sport, del progetto. Non deve necessariamente essere un club che partecipa alla Champions League. Quindi potrebbe essere sufficiente che il club si sia dato questo come obiettivo per i prossimi due o tre anni»