Connettiti con noi

Inter News

Inter, Berti: «Avrei voluto Montero in squadra. Scudetto? Non ci prendono più»

Pubblicato

su

Nicola Berti è stato ospite su Twitch di Alessandro Cattelan: l’ex giocatore dell’Inter ha parlato a 360° su passato e presente

Nicola Berti è stato ospite su Twitch di Alessandro Cattelan dove ha potuto parlare di presente e di passato, tutto a tinte nerazzurre. Le sue parole.

PER TUTTE LE NOTIZIE SUI NERAZZURRI SEGUITECI SU INTERNEWS24

SCUDETTO – «La Juve non ci prende più, ancora un paio di partite e poi cominciamo leggermente ad avvicinarci a quello che manca da tanto tempo. Non montiamoci troppo la testa, stiamo schisci. Il fatto di avere lo scontro diretto alla penultima è meglio, ma non mi fido. Voglio che finisca prima, la sofferenza fino alla fine non la voglio assolutamente».

GOL PREFERITI – «Quelli nei derby. C’è quella rete in cui dichiarai ai rossoneri che gli avrei fatto gol e glielo feci. Stagione 92/93, l’anno in cui stavamo rimontando».

DERBY PIÙ BELLI – «Non ci si parlava per una settimana, poi in Nazionale facevamo pace. Ma durante il campionato c’era una sfida anche prima delle partite. Ricordo che ci riscaldavamo nelle palestrine, non in campo: le pallonate che tiravo dall’altra parte per dar fastidio… Con qualche altra squadra siamo anche venuti quasi alle mani già prima delle partite».

BARELLA – «Un po’ ci assomigliamo, con quel capello di profilo… Mi piace tantissimo. Lui è molto più tecnico, poi ha agonismo, voglia, intensità. Mio idolo in assoluto».

MONTERO – «Il più cattivo di tutti, lo avrei voluto tutta la vita in squadra con me. Un pazzo furioso. Con Simeone litigarono nel tunnel: Montero si tolse la maglietta e lo chiamò, ma Diego declinò l’invito. Io avrei voluto chiuderli dentro la stanza per vedere come sarebbe andata a finire!».

PANCEV«Per me era fortissimo, ha beccato l’anno sbagliato. Incompreso. Ha trovato una squadra che non andava bene, ma per me era più forte di Pippo Inzaghi».

Advertisement