Italia, Osvaldo: “Spero di non essere una meteora”

© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante della Roma e della Nazionale Italiana, Pablo Daniel Osvaldo, è stato il protagonista della conferenza stampa: “Sono contento di essere qui per la prima volta, ancora mi guardo intorno e non ci credo- si legge su repubblica.it- Calcisticamente sono cresciuto in Italia e mi fa piacere che il ct mi abbia chiamato, anche perchè in Argentina non ho mai avuto la possibilità  di giocare in nazionale. Spero di non essere una meteora in questo gruppo, ma voglio ringraziare Prandelli per la fiducia che mi ha dato. Penso che la mia convocazione non sia stata causale, è vero che sono qui per l’emergenza in attacco, ma ritengo comunque importante che in questo momento il ct abbia pensato a me. Critiche? A sentire certe critiche mi viene da ridere, comunque sono più italiano io rispetto a certi politici della Lega. L’Inno di Mameli io lo canterò sempre, anche se ho rispettato e rispetto la decisione di Camoranesi che non lo cantava. Mi piacerebbe un giorno giocare contro l’Argentina anche perchè vorrebbe dire tornare in azzurro. Con Zeman ho imparato tantissimo, lui e il ct Prandelli sono quelli che mi hanno insegnato di più”.