Jansson: «Quanto sto bene al Torino»

© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore, intanto, consiglia Guidetti e Bahoui a Petrachi

Il difensore granata Pontus Jansson, alle prese col recupero dall’operazione al ginocchio sinistro, si è soffermato sul mercato del Torino ai microfoni di Tuttosport e non si è risparmiato consigli in tal senso. Non possono però mancare parole sulla stagione scorsa vissuta al Toro e sulla propria condizione dal punto di vista fisico, dopo l’operazione: «Quello con il Toro è stato un anno fantastico, ho imparato una quantità di cose come non mai in carriera. Il nostro allenatore, Giampiero Ventura, cura tutto nei minimi dettagli» ha spiegato il centrale, per poi parlare della condizione del ginocchio.

IDEE DI MERCATO – «Ho cercato di resistere, poi alla fine ho dovuto prendere una decisione. La prossima stagione voglio esplodere a Torino. Ne ho tanta voglia e intendo iniziare nel migliore dei modi il ritiro di Bormio. Sono talmente felice a Torino che, seppure già in possesso di un contratto per altri tre anni, ho detto di prolungare in estate». Questi, infine, alcuni suggerimenti di mercato: «Lo ami e lo odi: con John Guidetti è così, all’inizio volevo picchiarlo. Ora è un mio idolo, spero che venga in Italia. Un consiglio a Petrachi? Mi ha chiesto di Nabil Bahoui due-tre volte, è davvero bravo l’attaccante dell’Aik. Un talento».