Juventus, avv. Lubrano: “Risarcimento? Andrebbe chiesto a Moggi”

© foto www.imagephotoagency.it

Enrico Lubrano, esperto di diritto sportivo, ha commentato ai microfoni di Radio Sportiva le ultime mosse della Juventus attuate per la restituzione degli scudetti annullati dalla sentenza del processo su Calciopoli: “La possibilità  di fare ricorso al Tar del Lazio è un diritto costituzionale, quindi si può fare certamente, così come credo che nel merito la Juve abbia ragione a chiedere la revoca del titolo per quanto emerso con la relazione del procuratore federale. Ossia il coinvolgimento dellÃ?´inter e dei suoi dirigenti configurabili come illecito sportivo. Se queste cose le avessimo sapute 5 anni fa sarebbe andata diversamente, essendo oggi la situazione tutta sotto prescrizione, ma in via cautelativa la federazione avrebbe potuto e dovuto emanere un atto di annullamento del precedente atto di assegnazione del titolo allÃ?´Inter nel 2006”. L’avvocato ha poi parlato della ingente somma chiesa dalla società  bianconera come risarcimento: “Qualche perplessità  la trovo nella quantificazione del danno per 444mln di euro a causa delle conseguenze di calciopoli. Qui cÃ?´è un equivoco piuttosto evidente perchè quel danno derivato dalle sentenze di calciopoli non può essere richiesto dalla Juve alla Figc perchè i i bianconeri hanno accettato le sentenze di calciopoli senza impugnare le sentenze davanti alla giustizia amministrativa. Il solo danno che la juve può chiedere oggi è la mancata revoca del titolo allÃ?´Inter ma è un danno di sola frustrazione allÃ?´interesse sportivo quindi molto più limitato nella cifra”. Chiusura sui verdetti relativi alla recente sentenza del tribunale di Napoli: “Non credo che possa rafforzare la posizione della Juventus. EÃ?´ vero che condanna Moggi e non la Juve ma lÃ?´ex dg in quei momenti era il legale rappresentate dei bianconeri e il club ha la responsabilità  oggettiva. Vedo al limite la possibilità  di chiedere un risarcimento nei confronti di Moggi più che per la Figc”.