Le pagelle: Juventus – Inter

© foto www.imagephotoagency.it

Bonucci brilla, si scatena Morata. Deludono Murillo e D’Ambrosio

Triplice fischio allo Stadium. Torna alla vittoria la Juventus dopo due pareggi consecutivi e con il successo sull’Inter mette pressione al Napoli, che domani affronterà la Fiorentina. Di seguito le valutazioni sui protagonisti, ma potete anche rivivere le emozioni del match con la nostra sintesi.

JUVENTUS (3-5-2): Buffon 7; Barzagli 6, Bonucci 7, Chiellini 6 (35’ Rugani 6); Lichtsteiner 6, Khedira 5 (77’ Sturaro 6), Hernanes 6, Pogba 5, Alex Sandro 6.5; Mandzukic 6.5, Dybala 5.5 (81’ Morata 7). 

INTER (3-5-2): Handanovic 6.5; Murillo 4.5, Miranda 5, Juan Jesus 6; D’Ambrosio 4.5, Felipe Melo 5, Medel 5.5 (56’ Ljajic 6), Kondogbia 6, Alex Telles 6 (73’ Perisic 5.5); Icardi 5 (85’ Eder 5.5), Palacio 6. 

JUVENTUS – IL MIGLIORE

Bonucci 7: conquistare uno come Guardiola non è semplice, ma il difensore può vantare questo simbolico traguardo e stasera lo ha dimostrato prendendo in mano le redini della squadra. A prescindere dall’importanza del gol messo a segno per la posta in palio, il difensore sorprende per la serenità e al tempo stesso intensità con cui approccia le partite. Poi condisce il tutto mixando eleganza con efficacia, ingredienti essenziali per “narcotizzare” Icardi e qualsiasi avversario osi sfidarlo.

JUVENTUS – IL PEGGIORE

Pogba 5: molte “leggerezze” stasera da parte del centrocampista francese, che cincischia troppo col pallone e finisce per complicarsi la vita. Mette spesso nei guai i compagni, perché non gioca con la solita concentrazione. Troppo superficiale nelle giocate, azzecca qualche filtrante, comunque troppo poco, considerando l’importanza del match e le insidie della serata. Discontinuo, fatica a stare sul pezzo.

INTER – IL MIGLIORE

Palacio 6: è il più dinamico della squadra e, infatti, i pericoli arrivano solo con i suoi movimenti tra le linee. Schierato a sorpresa da Mancini, conferma in campo la bontà della scelta del tecnico, visto che con grinta, determinazione e giocate intelligenti prova a trascinare in avanti la squadra. La sensazione è che se fosse stato supportato meglio dal centrocampo e dal partner d’attacco avrebbe potuto creare maggior scompiglio.

INTER – IL PEGGIORE

D’Ambrosio 4.5: solo un errore clamoroso avrebbe potuto togliere a Murillo il titolo di peggiore della partita e il terzino riesce nella difficile impresa. La sfortuna c’entra poco, infatti, nel colpo di testa-assist per Bonucci, è un calo di concentrazione imperdonabile a questi livelli e soprattutto per l’importanza che la partita rivestiva per l’Inter. Solo il contraccolpo psicologico conseguente è comprensibile.

TABELLINO – JUVENTUS 2 – 0 INTER

Marcatori: 47’ Bonucci, 84’ rig. Morata

Ammoniti: Lichtsteiner, Hernanes, Juan Jesus, Khedira

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini (35’ Rugani); Lichtsteiner, Khedira (77’ Sturaro), Hernanes, Pogba, Alex Sandro; Mandzukic, Dybala (81’ Morata). In panchina: Neto, Rubinho, Evra, Padoin, Lemina, Asamoah, Pereyra, Cuadrado, Zaza. Allenatore: Allegri.

INTER (3-5-2): Handanovic; Murillo, Miranda, Juan Jesus; D’Ambrosio, Felipe Melo, Medel (56’ Ljajic), Kondogbia, Alex Telles (73’ Perisic); Icardi (85’ Eder), Palacio. In panchina: Carrizo, Berni, Jovetic, Biabiany, Santon, Gnoukouri, Nagatomo, Manaj. Allenatore: Mancini.