Lazio, Inzaghi: «Ancora ai sedicesimi con due turni di anticipo! Luis Alberto? Tornerà al top»

© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore della Lazio Simone Inzaghi ha commentato la grande vittoria dei suoi contro il Marsiglia di Rudi Garcia

La Lazio, grazie alla vittoria contro il Marsiglia di Rudi Garcia, ha superato per la sesta volta di fila i gironi di Europa League. Queste le parole di Simone Inzaghi a fine gara: «Bravi i ragazzi, tutti quanti. Grande partita, abbiamo fatto 6 punti contro una squadra forte e anche dal campo si capisce. Per il secondo anno di fila andiamo ai sedicesimi con due gare d’anticipo anche se giocare due volte a settimana porta via tante energie. Bravi tutti davvero, traguardo raggiunto. Il girone era complicato, sapevamo che l’OM era forte dopo la finale di maggio e anche l’Eintracht è molto forte. Abbiamo iniziato con una sconfitta e dovevamo fare un partita importante oggi».

Prosegue Inzaghi: «Abbiamo sofferto un po’ il loro palleggio, l’ultimo tiro è stato pericoloso ma abbiamo concesso poco e niente. Avevamo preparato un match diverso, il Marsiglia non aveva mai giocato con la difesa a 5. Abbiamo cambiato tutto, bravissimi i ragazzi che anche domenica hanno affrontato la SPAL che giocava con questo sistema. Intesa Correa-Immobile? Tutti sono complementari, anche Caicedo e Luis Alberto rispondono sempre presente. Oggi Caicedo ha avuto dei problemi e non so quando sarà recuperato. Adesso dobbiamo recuperare le energie perché domenica abbiamo un match complicato».

Infine un commento del tecnico su Luis Alberto e il gruppo: «Come Milinkovic può crescere ancora. A Luis cerco di dare minutaggio, non si tira mai indietro e spero possa stare sempre meglio. Tornerà al top e per noi è importantissimo, la concorrenza è cresciuta e tutti mi mettono in difficoltà. Ma siamo un bel gruppo e dobbiamo continuare a provare e alternare così per andare avanti anche ai sedicesimi dopo questo obiettivo raggiunto. La difesa? Ho giocatori importanti, Wallace ha avuto un problemino altrimenti non l’avrei mai tolto. Non dimentichiamo che non avevamo Radu e penso che le risposte che i ragazzi mi danno siano importanti. Dobbiamo continuare così».