Lazio Zenit 3-1: cronaca e tabellino

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Allo stadio Olimpico, il match valido per la 4ª giornata del gruppo F della Champions League 2020/2021 tra Lazio e Zenit: sintesi, tabellino, risultato, moviola e cronaca live

Tre punti guadagnati con grinta e rabbia, super Immobile regala alla Lazio la sua prima doppietta europea, anche Parolo – capitano di questa notte – mette il suo sigillo sul risultato. A nulla vale la rete di Dzyuba: i biancocelesti sono con un piede agli ottavi.


Sintesi Lazio Zenit San Pietroburgo 3-1 MOVIOLA

1′ Si parte – All’Olimpico comincia Lazio-Zenit!

4′ GOL LAZIO – Non ci pensa due volte Ciro Immobile che agguanta la palla nella mischia, la posizione è centrale, si gira e scarica il destro. Sorpreso Kerzhakov che non può far altro che raccogliere la sfera dal sacco

8′ Altro squillo Lazio – Ci prova Parolo di testa, la squadra vuole subito il raddoppio, ma la palla si spegne alta dietro alla porta

13′ Possesso biancoceleste – La Lazio è viva, vuole mettere al sicuro il risultato, sono frequenti le incursioni nell’area di Kerzhakov soprattutto con Acerbi che si propone spesso in avanti

16′ Reazione Zenit – I russi provano la giocata su iniziativa di Malcolm che si porta nell’area della Lazio, bravo Luis Alberto a interrompere l’azione e poi Acerbi ad allontanare la palla

19′ Tentativo biancoceleste – Si accentra Marusic, scarica su Luis Alberto che calcia dalla distanza: se la cava il portiere ù

23′ GOL LAZIO – Raddoppio di Parolo! Splendida azione di Correa che si libera agilmente di Lovren, scarica all’indietro per il centrocampista che tira la rasoiata e centra l’angolino della porta

25′ GOL ZENIT – Dzyuba riceve palla in area da Malcom, si gira di prima intenzione e calcia. Palla all’angolino

27′ Ripartenza Lazio – S’invola Correa, è a campo aperto e palla al piede, al limite dell’area verticalizza per Luis Alberto ma il portiere salva su tentativo dello spagnolo col corpo

34′ Staff sanitario in campo – Immobile ruba palla a Douglas Santos, il giocatore rimane a terra: necessario il cambio: necessario il cambio

40′ Show Correa – Giocata pazzesca dell’argentino che salta Barrios, Sutormin e Kuzyaev e piazza la palla per Parolo che però non trova la porta

45′ Occasione Lazio – Incredibile parata del portiere russo che salva su Lazzari con un volo incredibile

45′ + 1 Intervallo – Termina all’Olimpico la prima frazione di gioco

SECONDO TEMPO

48′ Fallo Lovren – Brutto intervento del difensore su Correa che resta a terra

54′ Calcio di rigore – Barrios ferma in modo falloso Immobile che cerca la serpentina tra la difesa russa: non ha dubbi Oliver ad assegnare il penalty che però non ammonisce il giocatore

55′ GOL LAZIO – Non sbaglia Immobile dal dischetto!

58′ Cambi – Girandola di sostituzioni per i due allenatori

66′ Conclusione Malcom – Ci prova il giocatore dalla distanza, ma Reina blocca sicuro la palla tra le braccia

70′ Acerbi dolorante – Spallata del difensore con Dzyuba, resta a terra il biancoceleste: è necessario l’ingresso dello staff medico

76′ Azione personale Akpa Akpro – Il centrocampista si libera agilmente in mezzo al campo, ci pensa poi Rakitsky a buttarlo giù: c’è il giallo

85′ Occasione Lazio – Luis Alberto verticalizza per Muriqi che, in linea, prova la conclusione al limite dell’area, gli prende i tempi Kerzhakov in uscita e si oppone col corpo. L’attaccante prova il rimpallo ma la difesa spazza via

87′ Reina su Driussi – Colpo di tacco all’indietro di Azmoun per il compagno che prova a sorprendere Raina, senzariuscirci

90’+3 Fine gara – La Lazio guadagna altri tre punti!


Migliore in campo Immobile PAGELLE


Lazio Zenit San Pietroburgo 3-1: risultato e tabellino

AMMONITI: Barrios 38′; Lovren 48′; Rakitsky 76′; Acerbi 89′
MARCATORI: Immobile 4′; Parolo 23′; Dzyuba 25′; Immobile 54′

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric (59′ Luiz Felipe), Hoedt, Acerbi; Lazzari (68′ Fares), Parolo (59′ Akpa Akpro), Leiva (68′ Cataldi), Luis Alberto, Marusic; Correa, Immobile (80′ Muriqi).
A disposizione: Strakosha, Furlanetto, Luiz Felipe, Radu, Armini, Fares, Djavan Anderson, Akpa Akpro, Cataldi, Pereira, Caicedo, Muriqi.
Allenatore: Simone Inzaghi.

ZENIT (3-5-2): Kerzhakov; Lovren, Rakitsky, Zhirkov (73′ Azmoun); Malcom, Kuzyaev, Barrios (58′ Driussi), Santos (34′ Sutormin), Mostovoy (58′ Musaev); Erokhin (73′ Shamkin), Dzyuba.
A disposizione: Lunev, Vasyutin, Driussi, Azmoun, Shamkin, Prokhin, Sutormin, Musaev. All.: Sergej Semak.