Lotito presidente della Lega di B? C’è chi dice no

lotito lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Domani si deciderà il prossimo presidente della Lega di Serie B: in lizza l’ex Crotone Gualtieri ma soprattutto Claudio Lotito. Il numero uno della Lazio è pronto a riprendersi il suo posto nel consiglio della Federcalcio. Attenzione al quorum – 9 maggio, ore 7.10

Mentre Claudio Lotito fa festa per i sessanta anni, arrivano problemi riguardo la sua candidatura come presidente della Lega di Serie B. C’è un gruppo di presidenti contrario alla figura del numero uno della Lazio e che vorrebbe aspettare la fine della stagione per decidere cosa fare della Lega. Il laziale non convince ma neppure l’alternativa Gualtieri, il presidente del Cesena Lugaresi ha proposto una terza via con una candidatura unica forte e condivisa da tutti. Intanto per l’Assemblea di oggi ci sono dubbi sul quorum: con l’assenza di otto club il rinvio è inevitabile e quindi gli oppositori di Lotito dovranno giocare proprio su questa possibilità, come scrive Il Corriere dello Sport.

Lotito presidente della Lega di B?

Claudio Lotito potrebbe tornare a sedersi sulla poltrona di consigliere della Federcalcio. Come? Semplice, diventando presidente della Lega di Serie B. A tanti può suonare strano ma il patron della Lazio è anche il vertice della Salernitana e quindi avrebbe le carte in regola pure per un incarico nella serie cadetta. Domani potrebbe esserci l’investitura, il laziale è in corsa con l’ex presidente del Crotone Salvatore Gualtieri ed è piuttosto favorito al momento. La presidenza della Lega di Serie B permetterebbe a Lotito di tornare nel consiglio della FIGC dopo che la Lega di Serie A è stata commissariata. Come riporta La Repubblica domani il numero uno della Lazio potrebbe farsi un bel regalo per i suoi primi sessanta anni e scalare l’organigramma della serie cadetta.