Monaco-Juventus Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5: come vederla

monaco juventus streaming champions league 2017
© foto Monaco-Juventus Streaming

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: ecco come vedere la partita di andata delle semifinali di Champions League 2016/2017

Ecco tutte le indicazioni per vedere Monaco-Juventus in streaming gratis e diretta TV, partita valida per l’andata delle semifinali di Champions League 2016/2017 in programma per oggi, mercoledì 3 maggio 2017, presso lo Stadio Louis II del Principato di Monaco alle ore 20.45. Inizia così la doppia sfida da cui uscirà una delle due partecipanti all’atto finale, previsto per il 3 giugno a Cardiff. Monaco e Juventus tornano a sfidarsi dopo i quarti di finale di due anni fa, che videro i bianconeri trionfare. Nei quarti di finale i francesi sono riusciti ad eliminare il Borussia Dortmund, mentre la Juve ha eliminato in un’impresa storica il Barcellona. Nessuna particolare indisponibilità in vista della partita per il tecnico di casa Leonardo Jardim, che dovrebbe poter contare su praticamente tutta la squadra al suo completo. Discorso diverso invece per Massimiliano Allegri, che dovrà fare a meno dell’infortunato Marko Pjaca ed anche di Daniele Rugani, pure lui fresco di infortunio. Squalificato invece a centrocampo Sami Khedira. Ecco tutte le informazioni per vedere Monaco-Juve in streaming.

Monaco-Juve Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: dove vederla in streaming su Premium Play e RSI La2

Monaco-Juve sarà trasmessa dalle ore 20.45 come di consueto in esclusiva sulle frequenze in digitale terrestre di Mediaset Premium (canali Premium Sport e Premium Sport HD) oltre che in chiaro sulle frequenze di Canale 5, come già annunciato dalla stessa Mediaset. Non è tutto però, perché Monaco-Juventus andrà ovviamente in onda anche in streaming per piattaforme iOs, Android e Windows Mobile per pc, smartphone e tablet tramite l’app Premium Play. Ecco la guida completa per seguire il calcio streaming: Calcio Streaming. Qui invece potete trovare tutte le informazioni sul sito pirata di streaming calcio Rojadirecta: Rojadirecta. Per vedere invece la partita in streaming su Canale 5 è necessario accedere al seguente link: Canale 5 Streaming. Per gli italiani residenti in Svizzera e vicino al confine, la partita sarà trasmessa in streaming in chiaro dal canale svizzero RSI La2 al seguente link: RSI La2

SEGUI LA DIRETTA LIVE DI MONACO-JUVENTUS SU CALCIONEWS24!

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le formazioni ufficiali

La grande attesa è finita: è arrivata l’ora di Monaco-Juventus, sfida d’andata della semifinale di Champions League. I tecnici hanno comunicato le formazioni ufficiali, e non ci sono sorprese nell’undici scelto da Allegri. Come riportato già nel pomeriggio, infatti, l’allenatore toscano ha optato per schierare Barzagli terzino e Dani Alves sulla trequarti, rinunciando così a Cuadrado. Dubbio sul modulo che schiererà invece, dall’altra parte del campo, il collega Jardim: 4-4-2 o 3-5-2 a trazione offensiva? La certezza è che il tecnico dei monegaschi recupera sia Bakayoko che Sidibe, resta da capire se Fabinho prenderà possesso della corsia di destra o se si posizionerà in mezzo al campo.

MONACO (4-4-2) – Subasic; Fabinho, Glik, Jemerson, Sidibe; Dirar, Bakayoko, Silva, Lemar; Falcao, Mbappé. A disposizione: De Sanctis, Raggi, Jorge, Moutinho, Tourè, Cardona, Germain. Allenatore: Leonardo Jardim

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Marchisio; Dani Alves, Dybala, Madzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Benatia, Asamoah, Rincon, Sturaro, Lemina, Cuadrado. Allenatore: Massimiliano Allegri

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le ultimissime sulle formazioni

Sembrava fosse Jardim, tra i due, il tecnico chiamato a risolvere dubbi dell’ultima ora sulla formazione da schierare questa sera per l’andata della semifinale di Champions League tra Monaco e Juventus. E invece il colpo di scena, a quanto pare, dovrebbe riservarlo Max Allegri. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, non farà parte dell’undici titolare bianconero Juan Cuadrado. L’esterno non è al meglio della condizione ed il tecnico toscano sembra aver optato per una soluzione alternativa. In difesa a insieme ad Alex Sandro, Chiellini e Bonucci, sarà infatti Barzagli ad agire da terzino destro ‘bloccato’, mentre il brasiliano Dani Alves verrà scalato più in avanti sulla linea dei trequartisti con Dybala e Mandzukic a supporto di Higuain. Una soluzione già adottata, seppur, per un breve scorcio di partita, venerdì sera a Bergamo contro l’Atalanta.

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: probabili formazioni e convocati

Il tecnico bianconero Allegri ha scelto i 21 uomini per la sfida di Montecarlo Monaco-Juventus in programma stasera allo stadio “Louis II” e valevole per l’andata delle semifinali di Champions League. Assenti Rugani e Pjaca infortunati e lo squalificato Khedira. Convocati Monaco-Juventus, ecco la lista di Allegri: 1 Buffon, 3 Chiellini, 4 Benatia, 5 Pjanic, 7 Cuadrado, 8 Marchisio, 9 Higuain, 12 Alex Sandro, 14 Mattiello, 15 Barzagli 17 Mandzukic, 18 Lemina, 19 Bonucci, 21 Dybala, 22 Asamoah, 23 Dani Alves, 25 Neto, 26 Lichtsteiner, 27 Sturaro, 28 Rincon, 32 Audero. Ecco invece i convocati del Monaco per la sfida di stasera, alle 20 45, partita di andata della Semifinale di Uefa Champions League 2016-17, contro la Juventus: Danijel Subasic, Morgan de Sanctis, Abdou Diallo, Fabinho, Kamil Glick, Jemerson, Jorge, Benjamin Mendy, Andrea Raggi, Djibril Sidibé, Almamy Touré, Tiemoué Bakayoko, Nabil Dirar, Thomas Lemar, João Moutinho, Bernardo Silva, Irvin Cardona, Radamel Falcao, Valère Germain, Kylian Mbappé.

La Juve dovrà fare senz’altro a meno di Sami Khedira, squalificato in vista di questa partita e disponibile solo per il ritorno: al suo posto, è confermato, giocherà Claudio Marchisio. In avanti nessuna novità: out sempre Marko Pjaca fino a fine stagione per un problema al legamento crociato. La linea difensiva a protezione di Buffon sarà composta da Dani Alves sulla destra e Alex Sandro sulla sinistra, con Bonucci e Chiellini centrali. A centrocampo giostreranno Marchisio e Pjanic, mentre in attacco ci sarà il trio Cuadrado, Dybala, Mandzukic in appoggio all’argentino Gonzalo Higuaín. Confermata dunque per dieci undicesimi la formazione tipo di Allegri delle ultime uscite decisive. Per la squadra monegasca saranno indisponibili gli infortunati Boschilia (rottura legamento crociato), Carrillo (infortunio all’inguine) e Sibidé (appendicite). Non ci sono giocatori squalificati. L’allenatore portoghese (nato in Venezuela) Leonardo Jardim schiererà il suo Monaco con il classico 4-4-2. La line difensiva davanti al portiere Subasic sarà composta da Almamy Tourè e Mendy sulle fasce, con l’ex granata Glik e Jemerson come centrali. A centrocampo torveremo Bernardo Silva sulla fascia destra e Lemar sulla sinistra, mentre in mezzo giostreranno Fabinho e Tiemoué Bakayoko. Gli attaccanti saranno Mbappé ed il fenomenale Radamel Falcao. Ecco le probabili formazioni del match:

MONACO (4-4-2): Subasic; Touré, Glik, Jemerson, Mendy; Bernardo Silva, Fabinho, Bakayoko, Lemar; Falcao, Mbappé. Allenatore: Jardim.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Marchisio; Cuadrado, Dybala, Mandzukic: Higuain. Allenatore: Allegri.

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le doppie coppie

E’ il grande giorno di Monaco-Juventus, andata della semifinale di Champions League 2016/2017, in programma questa sera al Louis II di Montecarlo alle ore 20.45 tra le formazioni di Jardim e Allegri. Una grande sfida del calcio europeo tra due realtà appartenenti a due città che non distano tantissimo in termini di chilometraggio, visto che la distanza fra le due è di circa 270 km. E sarà anche l’occasione di diversi incontri tra ex compagni di club o di Nazionale, visto che le doppie coppie saranno tantissime in questa serata. A partire dai connazionali Falcao-Cuadrado, Dirar-Benatia, Subasic-Mandzukic e Dani Alves-Fabinho, già compagni in Nazionale, sono cinque le coppie di ex compagni di squadra che questa sera si ritroveranno di fronte al Louis II. Fra queste coppie spicca quella fra Raggi e Marchisio, che hanno giocato insieme all’Empoli, ma soprattutto quella composta da Pjanic e De Sanctis, che per tre anni sono stati compagni di squadra nella Roma. Per finire con Falcao-Higuain (assieme ai tempi del River Plate), Mendy-Lemina (giocarono insieme a Marsiglia) e Mourinho-Alex Sandro (hanno entrambi un passato nelle file del Porto).

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: il record da battere per i bianconeri

Il cammino della Juve in Champions League può essere corredato da un altro record di straordinaria importanza. I bianconeri hanno nel mirino un primato, che può ottenere soltanto nel caso in cui riuscisse ad approdare alla finalissima di Cardiff, in programma il prossimo 3 giugno. Buffon, Chiellini, Bonucci, insieme a Barzagli, Alex Sandro e Dani Alves, possono raggiungere un risultato unico al mondo. Il record da battere è quello del Milan della stagione 1993-1994, che è attualmente la squadra che è riuscita a vincere la massima competizione europea (nella storica finalissima contro il Barcellona) subendo appena due gol in dodici partite. La media delle reti incassate dai rossoneri in quella magica annata fu pari a 0,17 a partita: impressionante. E la Juve, se non dovesse subire gol nelle due sfide contro il Monaco e nell’eventuale finale di Champions League di Cardiff, riuscirebbe ad evitare di prendere più gol di quel Milan, ma abbasserebbe la media dei gol subiti di due centesimi, portandola a 0,15 a partita. Anche l’Aston Villa nella stagione 1981-1982 subì solamente due reti nell’anno del successo in Coppa dei Campioni, gli stessi del Milan, ma in nove partite complessive, con una media gol al passivo di 0,22 a gara. Per la Juve sarebbe un risultato fenomenale, figlio di un’organizzazione difensiva e di squadra ai limiti della perfezione. Che consacrerebbe la difesa bianconera come la migliore di tutti i tempi.

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: la conferenza stampa della Juventus

Durante la conferenza nella sala stampa dello Stadio Louis II, dove stasera alle 20.45 si giocherà la partita d’andata della semifinale di Champions League tra Monaco e Juventus, hanno parlato Allegri e Buffon per i bianconeri e Jardim e Jemerson per i monegaschi.
Mister Allegri ha esordito parlando del cambio di centrocampo, dove Marchisio sostituirà lo squalificato Khedira: «Perderemo qualche chilo ma guadagneremo in movimento. Fra l’altro Marchisio sta molto bene in queste ultime settimane, è cresciuto e sarà un “acquisto” importante». Al giornalista che gli fa notare come il Monaco non abbia mai perso in quello stadio, Allegri risponde prontamente: «Non ha mai perso? Speriamo in una prima volta! Sono molto diversi da due anni fa. Allora erano più solidi difensivamente, adesso invece sono molto pericolosi davanti, hanno grandi campioni come Falcao, che sta tornando ai suoi livelli pre infortunio, giocano molto bene sulla velocità, sulle verticali, con terzini di valore, centrocampisti di qualità». Quindi arriva l’elogio a Jardim: «Da anni fa un lavoro straordinario: adesso si gioca una finale di Champions ed è davanti in campionato al Psg, che era una delle squadre favorite in Europa».

Stuzzicato da un giornalista colombiano sul tema arbitraggi, evidenziando gli errori delle ultime partite di Champions League, Allegri si è dichiarato assolutamente convinto del fatto che l’arbitro di stasera sarà in grado di arbitrare nel migliore dei modi. Nel prosieguo della conferenza è tornato sul tema campionato: «Certo è un bene arrivare a questa partita avendo ancora incrementato il vantaggio sulla Roma, ma nella pratica non sarebbe cambiato nulla: tornati da Monaco avremo due giorni per preparare il derby, altra partita importante». Inevitabile per Allegri tornare con il pensiero a Bergamo: «Non dovremo ripetere gli errori fatti nel primo tempo a Bergamo, nel quale abbiamo giocato troppo lunghi: il Monaco è molto, molto pericoloso».

Un giornalista italiano fa notare come Higuaín sinora sia stato molto decisivo in campionato, ma poco incisivo in Champions, Allegri risponde così: «Higuain è sereno: lo abbiamo acquistato per migliorare il nostro potenziale offensivo e lo sta facendo, mettendo a segno tanti gol ma giocando anche per la squadra. Sta facendo un’annata straordinaria, come tutta la squadra». La chiusura è un monito per la sua squadra: «I ragazzi devono sapere che, per arrivare in finale, dovranno fare due partite “giuste”, contro un avversario che sarà molto complicato. Sappiamo cosa dobbiamo fare e soprattutto cosa non dobbiamo fare, viste le caratteristiche del Monaco».

Dopo Allegri ha preso la parola Buffon, cui un giornalista francese fa notare come la Juventus sia stata costruita per vincere la Champions, mentre il Monaco è la gran sorpresa di quest’edizione. Il capitano dei bianconeri risponde così: «Se Juventus e Monaco sono arrivate a questo punto della stagione a giocarsi una semifinale di Champions credo che lo meritino – sottolinea il capitano bianconero – al di là di quelli che potevano essere i programmi di inizio stagione. Credo sarà una gara equilibrata fra due squadre molto importanti, arrivate fino a questo punto con personalità. Nelle due gare l’esperienza può essere forse dalla nostra parte, ma il Monaco è una squadra giovane, che esprime grande vitalità e avrà entusiasmo e una sana incoscienza. Credo grazie alla loro giovane età i giocatori si sentano indistruttibili e oltre questo dovremo fronteggiare il fatto che è hanno grandi valori tecnici».

Successivamente il portiere bianconero torna al cammino di Champions League di due anni fa: «Due anni fa potevamo forse essere più tranquilli perché avevamo raggiunto un risultato inaspettato, mentre quest’anno potremmo esserlo perché, se dovessimo superare anche questo scalino, sarebbe il risultato quasi logico di un percorso iniziato tanto tempo fa che ci ha portato ad avere confidenza con certe gare. Il Monaco è una squadra garibaldina, spavalda, che sa attaccare molto bene grazie alla bravura dell’allenatore e alle qualità tecniche e fisiche dei suoi giocatori. Hanno segnato una valanga di gol e non solo con Mbappé. Ho un rispetto totale di questa squadra e so che ameno che domani non ci sia una differenza importante di reti, il risultato rimarrà aperto anche al ritorno, perché il Monaco è imprevedibile. Non credo che si snaturerà per affrontarci. Due anni fa era più guardingo, ora gioca un calcio totale ed è un piacere vederlo». Anche a Buffon è stato chiesto di parlare di Higuaín: «Chiaro che tutti si aspettano sempre il gol da lui, ma quello che mi auguro io è che mantenga l’atteggiamento che ha avuto fin dall’inizio della sua avventura alla Juve. Un atteggiamento che lo ha portato non solo a segnare, ma anche a farsi trovare in ogni zona del campo, pronto ad aiutarci in difesa o a regalare assist e giocate per i compagni». In conclusione risponde a chi gli chiede se in caso di vittoria della Champions League (unico grande trofeo che gli manca) potrebbe decidere di smettere: «Giocare una semifinale di Champions adesso o cominciare ogni anno questa competizione è entusiasmante e non ha nulla a che vedere con un assillo. È qualcosa che mi rende felice, a prescindere dal fatto che io riesca a vincerla o meno, perché giocare partite del genere è il motivo per cui sono nato. Quindi ho un approccio molto sereno e se dovessimo vincerla non cambierebbe nulla, ho un contratto fino al 2018 e altri traguardi da raggiungere, a prescindere da un’eventuale vittoria». Sulla sua preferenza tra Real Madrid ed Atlético Madrid: «Per chi tifo tra Real e Atletico? Guarderò sicuramente la partita, ma non parteggio per nessuno. Chiunque vinca sarà sempre, in caso di nostra qualificazione alla finale, sarà comunque una gatta da pelare. Mi piace la compattezza e lo spirito dell’Atletico, ma il Real in Champions è nato sotto una stella molto luminosa».

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: la conferenza stampa del Monaco

Per il Monaco, il primo a parlare è stato l’allenatore Jardim: «Sarà una partita non decisiva, perché tutto si giocherà a Torino. Ai miei ragazzi dirò che devono lottare 90 minuti, essere organizzati, attenti. Io sono ottimista, un allenatore non può non esserlo, dobbiamo segnare e vincere la prima partita, senza prendere gol e segnando». Parlando degli avversari dice: «Sono molto organizzati, forti offensivamente e difensivamente, sono esperti ed è difficile affrontarli. Dovremo stare attenti e cercare di puntare sul contropiede. La Juve non pensa a noi di certo come la squadra che ha segnato sei gol al Dortmund e anche noi dobbiamo resettare la loro vittoria con il Barcellona. Siamo due squadre con uguale ambizione, per noi la semifinale è un’avventura ma anche il coronamento di un lungo lavoro». Dopo Jardim ha parlato il difensore brasiliano Jemerson: «Pensiamo a noi stessi, non ci paragoniamo agli attaccanti del Barcellona. Conosciamo la Juventus e non ci saranno sorprese per noi, domani. Sarà una partita difficile, di certo differente da quella di due anni fa, quando entrambe le squadre erano diverse. Giocare contro una squadra come la Juve è un piacere, sono partite molto motivanti e vogliamo fare il meglio possibile: sarà importante, giocando la prima in casa, segnare e non subire gol».

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: 10 statistiche sul match

  1. Il Monaco non ha mai mantenuto la propria porta inviolata nelle ultime sei gare disputate tra tutte le competizioni.
  2. Il Monaco ha segnato 146 gol nelle 57 partite disputate in questa stagione in tutte le competizioni, con una media di 2,56 reti per partita.
  3. Il Monaco ha segnato tre o più gol in 26 di queste 57 partite, restando a secco solo in tre occasioni.
  4. Kylian Mbappé compirà 19 anni a dicembre e ha segnato 16 gol nelle ultime 15 partite giocate con il Monaco tra tutte le competizioni.
  5. Il bomber colombiano Radamel Falcao continua ad avere la migliore media-gol in assoluto in competizioni europee: 45 gol in 50 partite europee disputate: ha segnato in 9 partite su 10 in media.
  6. Il capitano bianconero Gianluigi Buffon non ha subito nemmeno una rete nelle quattro gare della fase a eliminazione diretta: in 148 partite nelle competizioni europee ha chiuso a porta inviolata in 62 occasioni.
  7. La Juventus non subisce reti da 531 minuti in Champions League, dal gol di Nico Pareja per il Siviglia. In tutto ha subito appena due reti in dieci partite.
  8. Paulo Dybala ha segnato l’ultimo gol in trasferta in campionato contro l’Empoli il 2 ottobre. Da allora i 15 gol realizzati sono arrivati tutti allo Juventus Stadium.
  9. La Juventus ha segnato con ben 11 giocatori diversi nelle prime dieci giornate di UEFA Champions League. Il Real Madrid ha fatto altrettanto, ma con una partita in più disputata.
  10. La Juventus ha perso solo 3 volte nelle ultime 28 partite in UEFA Champions League: contro Barcellona, Siviglia e Bayern Monaco.

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: i precedenti

Sono 4 i precedenti tra Monaco e Juventus, ed è la seconda volta che si affrontano in semifinale di Champions League. La prima volta fu nelle semifinali della stagione 1997-98: in quell’occasione i bianconeri di Lippi giocarono la partita d’andata in casa, allo stadio Delle Alpi, vincendo per 4-1, con tripletta di Del Piero (splendida punizione e due rigori) e gol di Zidane con un rasoterra dal limite dell’area nei minuti finali. Per il Monaco segnò Da Costa. Al ritorno la compagine torinese faticò più del previsto e si salvò grazie ai miracoli di Peruzzi e a un Del Piero in gran spolvero. I bianconeri andarono in vantaggio con Amoruso (su assist di Del Piero), vennero raggiunti a causa di un autogol di Conte (con i regolamenti di oggi il gol sarebbe stato assegnato a Leonard, autore del tiro su punizione deviato da Antonio in barriera), e poi superati dal gol di Henry. Pareggiò i conti Del Piero, con uno splendido gol in girata su cross teso di Torricelli. Nei minuti finali Spehar siglò di testa il gol dell’inutile (per il Monaco) 3-2. La Juventus ottenne così la sua terza finale consecutiva in Champions League, la sua quarta consecutiva europea, considerando anche la finale di Coppa Uefa del 1995. In finale vennero sconfitti per 1-0 dal Real Madrid, con gol di Mijatovic in posizione dubbia.

Ben più recente la seconda doppia sfida tra bianconeri e monegaschi: le due squadre si affrontarono nei quarti di finale della Champions League 2014-15. Anche in quell’occasione la partita di andata si giocò a Torino (stavolta allo Juventus Stadium). Il match fu molto equilibrato ed i giocatori del Principato impegnarono Buffon in più occasioni. La Juventus s’impose per 1-0 con gol di Vidal su rigore assegnato per fallo di Carvalho su Morata (contestatissimo dall’allenatore monegasco, che considerava che il fallo fosse stato fatto fuori area). La partita di ritorno a Monaco fu davvero sofferta e i francesi reclamarono anche per un presunto fallo da rigore di Chiellini su Kondogbia (in effetti le immagini confermarono che il fallo c’era). Tuttavia la squadra di Allegri riuscì a limitare i danni e fermare il risultato sullo 0-0, ottenendo il passaggio alle semifinali. La Juventus in semifinale eliminò il Real Madrid, ma poi venne sconfitta in finale dal Barcellona per 3-1. Un dato statistico molto favorevole alla Juventus è dato dal fatto che i bianconeri sono sempre usciti vincitori negli scontri di semifinale contro squadre francesi: nel 1985 contro il Bordeaux, nel 1996 contro il Nantes, nel già citato 1998 contro il Monaco, e pure in Coppa Uefa, nel 1993, contro il Paris Saint Germain. Nelle precedenti 6 semifinali di Champions League la Juventus ha sempre passato il turno.

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: i diffidati del match

Nessuno nell’elenco dei diffidati di Monaco-Juventus: questa è la buona notizia in vista della partita, andata delle semifinali di Champions League 2016/2017. Come da regolamento, infatti, sono stati azzerati tutti i cartellini gialli presi fino a questo momento nella competizione dai giocatori delle squadre che sono arrivate in semifinale: lo impone l’articolo 49 del regolamento della Champions League, modificato proprio tre anni fa circa. Tutti i cartellini gialli cumulati fino alla soglia dell’andata delle semifinali della competizione continentale vengono meno, essendo di fatto cancellati: tutti i giocatori che fino ad oggi avevano ricevuto almeno una ammonizione, insomma, riportato da zero in vista della corsa alla finale di Cardiff, e questo ovviamente vale anche per i bianconeri e per i monegaschi. Questo significa che Juan Cuadrado, che era diffidato fino al ritorno dei quarti contro il Barcellona, al momento torna ad avere la fedina del tutto pulita. L’unico giocatore ad aver fatto le spese della situazione diffidati, in verità, sarebbe Sami Khedira, squalificato per il Monaco. Il centrocampista tedesco della Juventus, infatti, era arrivato in piena diffida alla partita del Camp Nou contro il Barcellona e, proprio in quel match, si è fatto ammonire, diventando di fatto non schierabile per la partita con il Monaco di questa sera (qui le indicazioni per vedere Monaco-Juventus in streaming gratis ed in diretta tv su Canale 5). Anche per lui comunque, in vista della partita di ritorno della semifinale (in cui potrà tranquillamente giocare), la fedina dei gialli tornerà pulita. Bisognerà solo fare attenzione in vista di una eventuale finale.

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le parole di Bonucci

Momento chiave nella stagione juventina, la Vecchia Signora, capolista in Serie A e semifinalista in Champion League, è chiamata ad affrontare al meglio la doppia sfida contro il Monaco e le restanti 4 partite di campionato. Bonucci ne ha parlato così ai microfoni di Raisport: «Al Camp Nou, non l’avremmo mai subito un gol come quello segnato dall’Atalanta nel finale di gara. La sfera sarebbe finita in tribuna o non gli avremmo mai permesso di mettere piede in area di rigore. Dobbiamo conservare la giusta preoccupazione perchè è l’unica maniera per tenere alta la tensione: abbiamo le giuste energie fisiche, ma conterà recuperare quelle mentali. Semifinale di Champions League contro il Monaco? La squadra francese ha caratteristiche simili all’Atalanta: ha giovani con corsa, imprevedibilità e grande fisicità, in particolar modo nel pacchetto offensivo. Dovremo stare attenti e mettere in campo la Juventus migliore». Parole da leader quelle del difensore della Nazionale, conscio dell’importanza del momento. Testa dunque al Monaco, l’Atalanta della Ligue 1, con le dovute proporzioni, visto il budget a disposizione del club del Principato. Poi i bianconeri dovranno tuffarsi nuovamente sul campionato e non ripetere gli errori commessi a Bergamo.

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le parole di Dani Alves

La Juventus scenderà in campo domani sera al “Louis II” per affrontare il Monaco nell’andata delle semifinali di Champions League e Dani Alves, uno dei suoi uomini più esperti, ha parlato in vista della gara di Champions. Queste le parole del terzino: «Non abbiamo ancora vinto nulla e ne siamo consapevoli, dobbiamo continuare a lavorare. Per raggiungere un obiettivo la volontà è fondamentale e io ho portato questo, la stessa che avevo quando sono andato via di casa per la prima volta. Juventus e Barcellona condividono la stessa voglia, la stessa cultura del lavoro. Qui si lavora tantissimo, io ho sempre fatto così, per me non è cambiato nulla. Dopo la vittoria con il Barça ho parlato con rispetto ai miei ex compagni, erano tristi, perché lì la Champions è molto importante. Ora affronteremo il Monaco: il pericolo più grande di questa semifinale è pensare di avere già vinto la Champions perché abbiamo eliminato il Barcellona. Non abbiamo ancora portato a casa il titolo e non possiamo pensare di andare a Monaco a giocare una partita facile, sarebbe un grande errore. Quando sono arrivato alla Juve, ho detto che volevo fare la storia con questa maglia: non soltanto vincere il campionato, ma anche qualcosa di più».

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le parole di Kamil Glik

Il Monaco è primo in Ligue 1 e sarà l’avversario della Juventus in Champions League. Tra i monegaschi, oltre ai grandissimi talenti offensivi come Mbappè e Lemar, spiccano due vecchie conoscenze del nostro calcio, Raggi e Kamil Glik. Il difensore ex Torino ha parlato commentando la prossima sfida con i bianconeri e lanciando un monito alla formazione di Allegri. Queste le parole del difensore polacco: «Ho scelto il Monaco an­che perché il mio sogno è sem­pre stato giocare la Champions e arrivare in semifinale alla prima stagione non è male. La Juventus è la favorita anche per vincere la Champions ma noi le daremo del filo da torcere. Loro hanno molto equilibrio. Perché ho postato la foto con il tackle su Giaccherini dopo i sorteggi? Non volevo mandare alcun messaggio, era soltanto un modo per ricordare i miei anni al Toro. Ricordi belli, al 95%. Non volevo caricare la partita. Voleva essere una cosa simpa­tica. Noi come il Leicester? Il Monaco gioca sempre per vincere il campionato, quindi il paragone con il Leicester mi pare un po’ eccessivo. In Cham­pions magari ci sta. Per ora».

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le parole di Kylian Mbappé

Kylian Mbappé sfida la Juventus in Champions League. Il talento diciannovenne del Monaco è pronto a vedersela con Gigi Buffon e compagni, e pensare che solo un anno fa il suo nome era conosciuto solo tra gli addetti ai lavori. In vista della partita con la Juventus Mbappé ha parlato al sito dell’UEFA e ha dichiarato: «Buffon è un portiere che ha lasciato il segno nella storia del calcio ed è uno dei migliori al mondo, sono felice di giocare contro di lui. Ogni giorno mi alleno per poter continuare ad affrontare un avversario del genere, e quando ho l’occasione di giocarci contro, allora devo dare il meglio di me per riuscire a batterlo. Non c’è
bisogno che sia io a dire che la Juventus è un grande club, tutti conoscono la sua storia, i grandi calciatori che sono passati di lì e quelli che ci giocano ancora adesso. È una grande squadra e ha eliminato i favoriti del Barcellona. I bianconeri hanno dimostrato di avere le carte in regola per vincere la competizione,ma abbiamo anche noi le carte in regola per arrivare in finale».

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le parole di Vasilyev, direttore generale del Monaco

I monegaschi punteranno forte sulla loro giovane stella Kylian Mbappè, talento classe ’98, al centro dei rumors di mercato. Proprio in merito alla sfida con i bianconeri e al futuro dell’attaccante è intervenuto il direttore generale del club del Principato Vadim Vasilyev. Queste le sue dichiarazioni: «La squadra rispetto a due anni fa è struttura meglio, è migliore e più sicura di sè. Per noi sarà una sorta di rivincita nel 2015 siamo stati eliminati per un rigore che non c’era. La Juventus è favorita perchè ha maggiore esperienza, quattro anni fa eravamo in seconda divisione quindi per noi è eccezionale essere qui». Sul progetto: «Il Monaco ha meno tifosi e potenzialità finanziarie dei top club europei, quindi abbiamo dovuto spostarci verso un modello alternativo che valorizzi giovani talenti da vendere poi ai grandi club europei». Su Mbappè: «Kylian non ha prezzo. È come un figlio, vorremmo che rimanesse qui e credo che anche lui lo desideri. Certo è che non abbiamo mai impedito a nessuno di andare via, ma deve arrivare la richiesta del giocatore con la giusta offerta».

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le statistiche stagionali delle due squadre a confronto

Monaco-Juventus è il primo round della semifinale di Champions League che sancirà la prima finalista della competizione la settimana successiva allo Stadium il 9 maggio. Andando ad analizzare statisticamente la stagione delle due squadre, si nota la superiorità dei monegaschi nelle reti segnate (116, miglior attacco in Europa), rispetto alle 87 dei bianconeri. La squadra di Torino, dal canto suo, può contare sulla sua difesa di ferro, con 24 reti subite nella stagione in corso contro le 45 del Monaco (inoltre, sono 25 le partite senza subire reti dei bianconeri contro le 15 della squadra del Principato). Un altro aspetto da considerare è poi la grande forza ‘casalinga’ delle due compagini: nelle 22 partite giocate dalla squadra di Jardim, si contano 19 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta. Juve ancora meglio: imbattuta tra le mura amiche in stagione, con 20 successi e 2 pari. E in trasferta? In 21 gare lontane dal Principato, i monegaschi hanno raccolto 13 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte. Anche qui, i bianconeri hanno fatto meglio, con 14 successi esterni, 5 pareggi e due sconfitte.

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: le quote dei bookmakers

I tre principali siti di scommesse hanno quote abbastanza simili tra di loro, dando la Juventus leggermente favorita per la vittoria, e considerando il pareggio come il risultato meno probabile. La Snai paga a 3.10 la vittoria del Monaco, contro il 2.35 per la vittoria della Juventus, mentre un pareggio pagherebbe 3.30 la posta. Per Bwin la Juventus vincente viene pagata 2.45, il Monaco 3.10 ed il pareggio 3.30. Come già anticipato, sono ben poche le differenze tra le varie case di scommesse e Bet365 conferma il tutto: vittoria Monaco 3.10, pareggio 3.40 e vittoria Juventus 2.45.

Monaco-Juventus Streaming gratis e Diretta TV in chiaro su Canale 5 e Mediaset Premium: l’arbitro del match

Allo Stade Luis II andrà in scena l’attesa semifinale d’andata di Champions League tra i padroni di casa del Monaco e la Juventus di Massimiliano Allegri. La Uefa ha ufficializzato il nome dell’arbitro che dirigerà il prestigioso match. Sarà Antonio Mateu Lahoz, fischietto spagnolo che in questa stagione ha già arbitrato: un’italiana, il Napoli contro il Benfica al do Dragao, e anche gli uomini di Jardim nell’andata degli ottavi di finale contro il Manchester City di Guardiola. Lahoz, classe ’77, è considerato tra i migliori fischietti iberici e ha diretto in estate alcune delle gare dell’Olimpiade brasiliana, mentre tra qualche mese sarà impegnato in Corea del Sud per il Mondiale Under 20.