Pro Vercelli, Gilardino: «Sento i miei giocatori tutti i giorni, cerco di trasmettere positività»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Pro Vercelli, Alberto Gilardino, ha parlato ai microfoni di Mediagol.it dell’emergenza Coronavirus

Alberto Gilardino, tecnico della Pro Vercelli, ha parlato ai microfoni di Mediagol.it dell’emergenza Coronavirus. Queste le sue parole.

EMERGENZA – «Purtroppo non siamo medici e non possiamo dire se le misure sono state corrette e tempestive, non credo che possiamo entrare nei particolari nel merito specifico di questa delicata questione».

PRESIDENTE SECONDO – «Per quanto mi riguarda, in qualità di allenatore della Pro Vercelli, posso affermare con certezza che il nostro presidente, Massimo Secondo, è stato uno dei primi che ha detto basta e che ha fermato di fatto l’attività agonistica della squadra e interrotto gli allenamenti. Lui lavora con le case di cura e toccava quotidianamente la realtà della diffusione del Coronavirus e la gravità delle relative conseguenze, quindi sapeva realmente di cosa si stava parlando e ha dunque deciso di fermare tutto».

CALCIATORI – «Per il momento i giocatori li sento tutti giorni tramite i preparatori atletici e anche personalmente, c’è un programma personalizzato che stanno seguendo a casa, lavorando nelle loro abitazioni, dato che non si può uscire. Ho detto loro di stare tranquilli e ho cercato di trasmettere positività in questo momento, ci sarà poi tempo e modo per poter lavorare».