Probabili formazioni Cagliari-Torino: Mazzarri e la sua rivoluzione granata, ma attenzione a Pavoletti…

walter mazzarri torino
© foto www.imagephotoagency.it

Probabili formazioni Cagliari-Torino, 30ª giornata della Serie A TIM 2017/2018. Trasferta alla Sardegna Arena cercando conferme indispensabili…

La trentesima giornata di campionato vedrà la sfida tra Cagliari e Torino, sul manto verde della Sardegna Arena. Di certo, non sarà facile per i granata ritornare a competere con la giusta motivazione. Il periodo buio, dopo quattro sconfitte consecutive pesa come un macigno sugli animi di giocatori e allenatore. Anche se, quelli che in questo momento stanno più soffrendo, sono sicuramente i tifosi. Che, nonostante tutto, inesorabilmente non lasciano mai sola (come dice anche uno dei tanti cori intonati da La Maratona) la propria squadra del cuore. Come biasimarli! Del resto, i sostenitori granata affermano che la propria devozione al Torino, sia una vera e propria fede calcistica.

Ebbene il match in programma, oltre a tutto ciò, sarà anche il palcoscenico su cui si concentrerà maggiormente l’attenzione dei media. Il mondo “Toro”, da pochi giorni a questa parte, è stato travolto da un profondo dolore. Colui che ideò il “tremendismo granata”, Emiliano Mondonico, è venuto a mancare pochi giorni fa, lasciando un enorme vuoto nel mondo del calcio. Non solo del passato ma, in una certa qual misura, anche del futuro. Dai suoi insegnamenti, chiunque ne può trarre, ancora oggi, un insegnamento che va oltre a semplici e sterili indicazioni o consigli. Per questo, anche grazie alla richiesta proposta in Lega dal Presidente del Toro, Urbano Cairo (LEGGI qui le sue dichiarazioni dopo la scomparsa di Mondonico), si osserverà su tutti i campi un minuto di silenzio proprio per lui che, con tante battaglie, ha reso migliore il calcio nazionale. E di questo, Torino e Atalanta ne saranno eternamente grate.

La lunga pausa dovuta alla Nazionale, è sicuramente servita per prende fiato e chiarire le idee. Parecchio confuse ultimamente. L’imperativo per questa sfida, può e deve essere solo uno: fare risultato! Bisogna convincere. In primis, i tifosi esasperati da questi alti e bassi e, subito dopo, Mazzarri che inevitabilmente continuerà a fare le proprie valutazioni. Le tante verifiche, fatte in queste settimane, vedranno bocciati e promossi. Anche per quanto riguarda il modulo si potrebbe assistere ad uno stravolgimento. E chissà che proprio oggi, un certo Antonio Barreca, possa tornare in campo proprio contro la sua ex squadra.

Intanto, analizzando i dati relativi agli incontri precedenti tra le due fazioni, si evidenzia un bilancio in parità. Le due squadre si sono scontrate in 61 gare nel campionato di Serie A. Il Torino ha totalizzato 23 vittorie e il Cagliari, invece, ha ottenuto 19 trionfi. Il rossoblù Leonardo Pavoletti ha segnato due gol e fornito due assist nelle ultime tre partite giocate contro il Toro. Dunque, la difesa granata dovrà attrezzarsi bene per contenere l’esuberanza dell’attaccante classe ’88.

Questa gara sancisce anche la nascita di un fuoriclasse, a tinte granata, Adem Ljajic. Il serbo infatti, nel lontano 2010, ha fatto il suo esordio in Serie A contro il Cagliari. Con la maglia della Fiorentina. Segnando contro l’odierna avversaria, nelle ultime quattro sfide, tre gol e un assist. Allora, nell’ottobre del 2017, la gara tra Torino e Cagliari (vinta 2-1) era stata la “salvezza” di un Mihajlovic in discussione. Che sia, anche in questo caso, lo scossone necessario per Mazzarri e i suoi?

Probabili formazioni Cagliari-Torino: la situazione dei rossoblù

Il dopo Nazionale è ok per il team di Lopez. Infatti i sei convocati dal tecnico azzurro Di Biagio, sono rientrati bene e sono a completa disposizione della società sarda. Nel centrocampo ci saranno un po’ di stravolgimenti. Davanti a Cragno saranno confermati l’ex granata Castan, Romagna e Ceppitelli, nome svelato in conferenza stampa dall’allenatore rossoblù. La mediana sarà composta da Padoin insieme a Ionita e Barella. Faragò e Miangue pronti sulle fasce cagliaritane. La presenza più fortemente sicura è quella di Pavoletti che, più volte è stato letale per il Torino. Al suo fianco ci sarà Sau. Cigarini assente come il compagno Joan Pedro ma, quest’ultimo per una motivazione ben diversa, in quanto ancora alle prese con problemi relativi al test doping.

Probabili formazioni Cagliari-Torino: la situazione in casa granata

Rivoluzione mazzarriana in corso. I tanti interrogativi relativi ad uno scarso rendimento portato all’esasperazione dopo quattro sconfitte di fila, potrebbero portare alle risposte tanto attese nella gara odierna. La sfida tra le mura della Sardegna Arena è assolutamente da vincere. Sia per un popolo in cerca di conferme ma, soprattutto, per il ricordo di un mister che al Toro ha dato tanto, Emiliano Mondonico. Contro il Cagliari sarà ora del tanto atteso 3-5-2. Con Sirigu tra i pali, la difesa sarà composta dal terzetto Burdisso, N’Koulou e Moretti. Sulle fasce troveranno spazio De Silvestri (regolarmente convocato) e Ansaldi. Centrocampo formato da Obi, Rincon e Baselli che partirà titolare dal 1’. Attacco più che confermato con la super coppia Iago FalqueBelotti.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Romagna, Ceppitelli, Castan; Faragò, Barella, Padoin, Ionita, Miangue; Sau, Pavoletti. A disposizione: Crosta, Rafael, Andreolli, Pisacane, Lykogiannis, Dessena, Deiola, Caligara, Cossu, Giannetti, Farias, Ceter, Han. Allenatore: Lopez

TORINO (3-5-2): Sirigu; N’Koulou, Burdisso, Moretti; De Silvestri, Obi, Rincon, Baselli, Ansaldi; Iago, Belotti. A disposizione: Coppola, Ichazo, Barreca, Bonifazi, Acquah, Valdifiori, Berenguer, Edera, Ljajic. Allenatore: Mazzarri.