Cairo omaggia Mondonico: «Incarnava il tremendismo granata»

cairo
© foto www.imagephotoagency.it

Cordoglio in casa Torino per la scomparsa di Emiliano Mondonico, ex tecnico granata: ecco le parole del presidente Urbano Cairo

Emiliano Mondonico è scomparso all’età di 71 dopo aver lottato contro un male, grande affetto da casa Torino. Ecco le parole del presidente granata Urbano Cairo a Radio 24: «Ho più di un ricordo l’ho incontrato più volte, c’era un bel rapporto tra di noi, anche perché era una persona disponibile e positiva, mi ha dato davvero tanti consigli. Quella famosa sedia alzata su un rigore non dato ad Amsterdam rappresenta, insieme ad altre cose che ha fatto come allenatore del Torino, il tremendismo granata, la voglia di non molare mai, di superare i propri limiti, qualcosa di romantico. E’ una perdita importante, era una sorta di papà granata. Ho ricevuto tanti messaggi da tifosi dispiaciuti, che ricordavano Mondonico».

Continua Urbano Cairo: «A mia mamma piaceva molto Mondonico. Le piaceva, era un personaggio del Toro che le piaceva specialmente. Mi ricordo un apprezzamento quando parlavamo di lui, lei era molto affezionata a Mondonico, si illuminava. Iniziative? Sicuramente ci saranno. Adesso ho detto subito di parlare in Lega perché vorrei prima della partita di Cagliari un minuto di silenzio, cosa che ritengo doverosa. Spero che lo facciano su tutti i campi, perché meriterebbe un tributo tale».

Leggi anche: Lettera a Emiliano Mondonico: la sedia, la malattia e quella telefonata a Lentini – VIDEO ESCLUSIVO