Ranieri prima di Inter-Roma: «Una sconfitta non cambierebbe nulla, una vittoria sì»

ranieri roma
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Claudio Ranieri a due giorni da Inter-Roma. Ecco le parole dell’allenatore romano in conferenza stampa

Claudio Ranieri, allenatore della Roma, ha parlato in conferenza stampa in vista del match di San Siro contro l’Inter. Ecco le sue parole: «San Siro o un altro stadio per me non cambia nulla, a me fa effetto essere l’allenatore dell’allenatore. Ci aspetta una bella sfida. Io credo che un’eventuale battuta d’arresto non cambierebbe il nostro umore. Un risultato positivo, invece, potrebbe darci ancora di più una spinta per il futuro e far bene significherebbe molto. Nzonzi o Pellegrini accanto a Cristante? Lorenzo ha un passo più rapido di Steven, ma Nzonzi è un punto di riferimento per giocare la palla ad uno o due tocchi, deciderò la sera prima».

Prosegue Claudio Ranieri: «Quando allenai l’Inter ho avuto poco tempo per ambientarmi, persi subito giocatori importanti come Thiago Motta e Coutinho. All’inizio era andata bene, ma quando Motta è andato al PSG, la squadra non aveva più quel punto di riferimento. Dzeko e Schick insieme? Vediamo, farò le valutazioni tenendo presente che affronteremo una squadra che lotta, corre e pressa. Zaniolo? Per me è una mezzala. A me brillano gli occhi per due squadre: la Roma ed il Cagliari. Il Cagliari è stato il mio trampolino di lancio e sono soddisfatto della mia carriera che non è ancora finita».