Connettiti con noi

Hanno Detto

Raspadori: «Milan, dobbiamo pensare che sia decisiva per noi»

Pubblicato

su

Le parole di Giacomo Raspadori a lato del convegno organizzato dal Sassuolo sul suo settore giovanile e le affiliazioni coi dilettanti

Anche Giacomo Raspadori ha parlato di “Un anno di Generazione S.” con i giornalisti. Le sue parole sul progetto, ma anche il futuro prossimo, contro il Milan e sul lungo termine, nel mercato. le sue parole.

GENERAZIONE S.– «Sicuramente questo progetto mi rappresenta a pieno, è fantastico e dà opportunità a tutti. Se si aggiunge anche la possibilità di fare cose con valori importanti ti porta dall’essere bambino a diventare ragazzo. Quando vedi gli occhi dei più piccoli che si illuminano a guardarti prendi tanta energia. Il consiglio che do è quello di dare sempre il massimo per crescere».

MILAN – «Dobbiamo pensare che sia decisiva per noi, vigliamo arrivare decimi e scenderemo in campo con la solita serietà di sempre. Siamo consapevoli di poter fare bene, per noi giovani è importante e vogliamo confrontarci con i migliori. Come sarebbe segnare il gol decisivo? Niente in particolare, come tutti i gol sarebbe un’emozione grandissima. Per noi attaccanti è la benzina necessaria. Da piccolo è vero che tifavo Inter, ma non sarà una motivazione in più: le motivazioni ci sono sempre, in ogni momento. Non in base a chi affronto. So dare la giusta importanza a tutte le gare. Chi vince lo scudetto lo dirà l’ultima giornata, chi lo vincerà l’avrà meritato. Sono due grandi squadre che hanno fatto un ottimo percorso».

PRONTO PER UNA BIG – «Non penso che questa sia la sede opportuna per parlarne, c’è ancora una partita da giocare, vogliamo fare l’ultimo sforzo, poi vedremo cosa ne sarà del futuro quando sarà il momento».

ELIMINAZIONE DAL MONDIALE – «Una delusione così grande si fa fatica a digerire. Purtroppo è stato demerito nostro, ho iniziato questo percorso nel momento più alto, poi una grande delusione. Ora dobbiamo guardare avanti».