Sacchi: «Ibra mi ha sorpreso. Ha dato personalità e coraggio al Milan»

Iscriviti
sacchi Napoli Ancelotti
© foto www.imagephotoagency.it

Arrigo Sacchi ha parlato sulle pagine della Gazzetta dello Sport. Queste le parole dell’ex ct su Ibra e il Milan

Arrigo Sacchi ha parlato sulle pagine della Gazzetta dello Sport del Milan e di Zlatan Ibrahimovic. Queste le parole dell’ex ct.

MILAN – «Serve prima un ambiente in cui i giocatori sentano l’orgoglio e l’appartenenza che li spinga a dare sempre il massimo. L’Atalanta non aveva fuoriclasse, ma lo sono diventati in un ambiente virtuoso. Chi era discreto è diventato buono; chi era buono, ottimo. I valori valgono più dei campioni. Mi spiace per Boban».

IBRA – «Stavolta mi ha sorpreso. Ha dato personalità e coraggio al Milan, è stato generoso. Ho sempre allenato squadre giovani e cercavo guide d’esperienza così. Al Rimini avevo Frosio, eccezionale.  Giocammo una domenica, lunedì gli scoppiò un febbrone a Perugia, dove abitava, martedì venne a Rimini e restò a letto a letto tutta la settimana con la febbre. ‘Perché non sei rimasto a casa?’. Mi rispose: ‘Perché la squadra è qui».