Al ct dell’Italia porta fortuna partire con una sconfitta

lippi italia mondiale 2006
© foto www.imagephotoagency.it

Al commissario tecnico dell’Italia porta fortuna partire sconfitto: le statistiche per la Nazionale dei ct all’esordio

Luigi Di Biagio affronterà questa sera la sua prima partita da commissario tecnico dell’Italia. Tradizionalmente, gli allenatori azzurri non hanno fortuna all’esordio sulla panchina della Nazionale. Dal 1998 a oggi, quindi prendendo in considerazione gli ultimi venti anni, si sono alternati sette allenatori in otto cicli differenti e solamente due volte è arrivata la vittoria. Il primo caso risale proprio a venti anni fa, nel settembre del 1998 Dino Zoff guidò l’Italia per la prima volta contro il Galles e vinse due a zero in trasferta in un match delle qualificazioni a Euro 2000. Per trovare l’ultimo precedente bisogna andare alla prima gara di Antonio Conte, disputata nel settembre del 2014 a Bari. L’Italia affrontò l‘Olanda in amichevole e ebbe la meglio per due a zero. Solo due successi su otto cicli in venti anni, le statistiche sono piuttosto indicative.

Statistiche Italia: i ct all’esordio nell’era moderna

Marcello Lippi partì con un pareggio nel 2008 e addirittura con una sconfitta nel 2004 contro l’Islanda in amichevole. Roberto Donadoni nel 2006 guidò un’Italia molto sperimentale in una sconfitta a Livorno contro la Croazia. Cesare Prandelli perse a Londra contro la Costa d’Avorio nel 2010, Giampiero Ventura ha fatto altrettanto due anni fa a Bari contro la Francia. Nel 2000, invece, Giovanni Trapattoni fece il suo debutto in Ungheria per le qualificazioni al Mondiale 2002 e pareggiò contro i magiari. Questi sono i numeri negli ultimi venti anni ma, se si prende in considerazione l’era moderna, ecco che dal 1974 a oggi non migliora di certo la situazione: su tredici cicli (e dodici allenatori, Lippi è l’unico ad aver fatto il bis) hanno vinto solo, oltre a Conte e Zoff, Cesare Maldini nel 1997 e Azeglio Vicini nel 1986. Chi ha vinto il Mondiale, vedi Lippi e Bearzot, è sempre partito sconfitto, per il Vecio nel 195 il debutto fu un ko con la Germania Ovest. Di Biagio spera nella cabala.