Uefa, il caso Sterling allarma: Var in Champions a febbraio?

alexander ceferin, uefa
© foto www.imagephotoagency.it

La Uefa sta pensando di introdurre il Var dagli ottavi di Champions League a causa del tuffo di Sterling premiato con un calcio di rigore

Il Var potrebbe arrivare in Europa prima del previsto, nonostante la riconferma a capo dell‘Uefa di Aleksander Ceferin, da sempre contrario alla tecnologia in questione. Troppo il rigore fischiato a Raheem Sterling nella gara contro lo Shaktar Donetsk. L’introduzione della video assistenza era in discussione per l’anno prossimo, dopo i dubbi episodi degli anni passati. Ma il tuffo non visto del calciatore inglese ha sollevato un polverone e la Uefa potrebbe essere costretta ad anticipare i tempi. Si pensa infatti di provare a introdurre la Var già dalla fase a eliminazione diretta di quest’anno, in programma per febbraio. La decisione potrebbe arrivare a dicembre quando si riunirà il Comitato Esecutivo.