Under 21, il ritorno di Di Biagio: «In Nazionale A una splendida esperienza. Club? Mai dire mai»

Iscriviti
di biagio under 21
© foto www.imagephotoagency.it

Luigi Di Biagio torna alla guida dell’Under 21 italiana: le sue parole dopo la breve esperienza con la Naizonale maggiore

L’Under 21 ritrova il ct Luigi Di Biagio. L’ex centrocmapista di Roma e Inter, tornato alla ‘base’ dopo la breve esperienza sulla panchina della Nazionale maggiore, si è ripresentato in conferenza stampa in vista dlele due amichevoli contro Portogallo e Francia in programma rispettivamente a Estoril e Besancon il 25 e 29 maggio. «Lo spirito non è cambiato, anzi se possibile cercherò anche di dare qualcosa in più a questi ragazzi e prepararli ad una possibile convocazione in Nazionale A. Il mio modo di lavorare non cambia, non ripartiamo da zero, mi sono sempre confrontato con Evani e con tutti gli altri allenatori delle nazionali giovanili, quindi è una continuazione di quello che lasciato qualche mese fa. E anche le prossime partite le vivrò come sempre, preparandole nel modo migliore».

Poi, Di Biagio ha proseguito: «Tante cose sono state dette e si continuano a scrivere sul mio futuro, ma il mio obiettivo è di preparare bene queste due gare e soprattutto i ragazzi in funzione dell’Europeo del 2019, poi non si sa mai cosa può succedere nella vita. Per quello che riguarda Mancini, ci siamo confrontati e mi sono subito messo a disposizione per dargli tutto il mio supporto per quanto riguarda la squadra, le dinamiche federali, l’organizzazione delle Nazionali. Non ho mai parlato con il commissario della FIGC, Fabbricini, ho letto solo dei complimenti che mi ha fatto durante la presentazione di Mancini. Ho avuto colloqui solo con Costacurta. Nelle scorse settimane sono rimasto alla finestra e ho aspettato le decisioni federali con serenità. Sono orgoglioso delle due partite contro Argentina e Inghilterra, è stata un’esperienza splendida. Abbiamo giocatori bravi, troppo spesso ce ne dimentichiamo. Ho un contratto di un anno, leggo di club interessati a me, ma non ho mai sentito nessuno. Il mio futuro adesso sono le due trasferte contro il Portogallo venerdì e contro la Francia martedì. Poi mai dire mai, ma finora non ho parlato con alcun club».