Verdi non ha rimpianti sul Napoli: «Mai detto sì per poi cambiare idea»

verdi bologna
© foto www.imagephotoagency.it

Per Verdi Napoli e Bologna hanno trattato settimane e settimane, ma poi nel calciomercato di gennaio è arrivato un secco no: le dichiarazioni del rossoblu

È passato quasi un mese, ma il rifiuto di Simone Verdi al Napoli fa ancora scalpore. Il giocatore ha detto no agli azzurri perché, dichiara, voleva ripagare la fiducia del Bologna, che aveva puntato su di lui nonostante la retrocessione con il Carpi. Nessuna paura o nessuna cattiveria da parte di Verdi, che decide di rispondere dopo le critiche ricevute in seguito al mancato trasferimento. Il caso è montato nonostante l’ex rossonero non volesse troppa attenzione: «L’offerta del Napoli era difficile da rifiutare, ma a Bologna ho stabilità e un progetto da portare avanti fino a giugno. Non c’erano Inter o Milan o Juventus a muovere i fili, mi viene da ridere, so decidere da solo».

Parole importanti quelle di Verdi a Il Corriere della Sera. A Napoli c’è chi non ha preso bene il suo rifiuto, uno su tutti è il presidente De Laurentiis. Il giocatore afferma di aver avuto una telefonata amichevole con Maurizio Sarri e di essersi chiarito, mentre ADL disse pubblicamente che Verdi lo aveva deluso: «Forse ho mandato un messaggio sbagliato, Napoli non era un problema, ma io non ho mai detto di sì per poi cambiare idea. L’ambizione di un atleta è giocare con grandi campioni ma a Bologna sono a casa». I soldi non fanno la felicità, conclude Verdi, anche per questo ha detto no al Napoli. In rossoblu si trova bene e da luglio in poi si vedrà.