Connettiti con noi

Lazio News

Voti fantacalcio Sassuolo-Lazio: Defrel in ombra, Lombardi e Keita decisivi

Pubblicato

su

defrel

Voti fantacalcio Sassuolo-Lazio: fra i neroverdi spicca uno straordinario Berardi, mentre stecca Lirola. Fra i biancocelesti sontuoso Felipe Anderson, ma difesa da rivedere con De Vrij autore di una prova deludente

Voti fantacalcio Sassuolo: Acerbi sfortunato, Lirola impreciso. Bene Pellegrini e Politano

CONSIGLI 6 – Si sporca poco i guanti e in occasione dei gol subiti non può che arrendersi.

LIROLA 5.5 – Il terzino spagnolo, pur dimostrando di essere un buon prospetto, è ancora troppo acerbo. Alterna grandi sortite offensive e black-out preoccupanti in fase difensiva. La Juve gli farà ancora fare le ossa in provincia: il giocatore non è ancora pronto per una grande.

ACERBI 6 – Come sempre monumentale. Immobile ha vita dura con il centrale, che continua a registrare una crescita esponenziale. L’autogol è sfortunatissimo e condanna la banda di Di Francesco. Ma la prova resta positiva.

CANNAVARO 6 – Sul gol di Immobile dorme, ma il salvataggio in occasione del tap-in del bomber laziale sul finire del primo tempo è fenomenale ed evita un gol già fatto.

DELL’ORCO 6.5 – Non si fa intimorire da Felipe Anderson e gioca una gara scolastica, ma molto ordinata e senza errori da matita rossa. La fascia sinistra neroverde è al sicuro.

PELLEGRINI 6.5 – Instancabile: è un trattore, quando prende palla è il primo ad avviare le ripartenze del Sassuolo e in fase di contenimento ingabbia Biglia nel primo tempo, che va in apnea. E la traversa nel finale grida ancora vendetta.

AQUILANI 5 – Di Francesco si arrabbia: lo vorrebbe più lucido in palleggio. Sbaglia troppi lanci e il Sassuolo ne risente.

MISSIROLI 6 – Il lancio in occasione del rigore che si procura Berardi è un cioccolatino. Per il resto è impalpabile (19′ st DUNCAN 5.5 – Non è ancora in condizione e i minuti che gioca lo dimostrano, regala qualche pallone di troppo al centrocampo laziale).

BERARDI 6.5 – Si è ritrovato, offrendo i colpi migliori del suo repertorio. Deve ancora lavorare tanto perché le batterie si scaricano velocemente, ma è la sua miglior prova del 2017. Peccato per l’occasione sprecata nel finale.

DEFREL 5 – Spreca la palla che avrebbe potuto regalare la vittoria al Sassuolo. O quanto meno l’occasione che avrebbe potuto mettere la partita in ghiaccio. Per il resto, brancola nel buio senza mai avere intuizioni degne del suo valore (26′ st MATRI 5.5 – Come il compagno, non conclude molto. Ma entra quando il Sassuolo arranca).

POLITANO 6.5 – Si sacrifica dando una grande mano al centrocampo e, palla al piede, diventa micidiale ogni volta in cui salta l’uomo. Se migliora in area di rigore può diventare un giocatore top (40′ st RAGUSA NG).

Voti fantacalcio Lazio: Immobile e Milinkovic-Savic sugli scudi. Giornata no per De Vrij e Strakosha

STRAKOSHA 5 – Incappa in una giornata storta: prima commette il fallo da rigore buttando giù Berardi, poi sbaglia l’uscita nell’occasione della palla gol di Defrel nel primo tempo. Gioca troppo vicino all’area piccola e, nel primo tempo, fa anche arrabbiare De Vrij.

PATRIC 6.5 – Buona prova soprattutto in fase difensiva. Soprattutto nella ripresa contiene le scorribande di Berardi con grande sicurezza. In crescita.

DE VRIJ 5.5 – Rischia di regalare il gol che sarebbe potuto costare lo 0-2: Defrel lo grazia. Il centrale olandese è parso in difficoltà, forse svuotato dopo gli impegni con l’Olanda. Quando lui è in crisi, la squadra ne risente tantissimo.

HOEDT 5.5 – Il giallo rimediato nel primo tempo lo condiziona negli interventi e Inzaghi, con straordinaria lucidità, lo toglie dopo pochi minuti del secondo tempo. Non riesce a dare la sensazione di sicurezza, soprattutto nel primo tempo (13′ st LUKAKU 6 – Fa il compitino, ma lo fa in maniera perfetta. Proprio quello che serviva).

RADU 6 – Abbassa il raggio d’azione di Politano, costringendolo a giocare quasi sulla linea dei centrocampisti. E’ ordinato e la Lazio non può fare a meno della sua grande esperienza.

PAROLO 6 – Non concede un secondo di tregua a Missiroli, costretto a lanciare sempre lungo. Pazienza se si propone poco al tiro: il lavoro senza palla è una vera e propria manna dal cielo.

BIGLIA 6 – Il capitano gioca al piccolo trotto, buttando via qualche pallone di troppo. La Lazio regala gran parte del primo tempo proprio per la poca brillantezza del suo faro, ma nella ripresa sostiene la manovra con la solita personalità.

MILINKOVIC-SAVIC 6.5 – Sempre più indispensabile: ha un passo spaventoso e si guadagna punizioni importanti, che i compagni (Biglia soprattutto) sprecano. Può diventare un top player: con prove di questo tenore sarà il vero pezzo pregiato del prossimo mercato.

FELIPE ANDERSON 6.5 – E’ sempre la stessa storia: sembra che sia sempre fuori dalla partita, ma quando si sveglia decide lui le sorti della Lazio. L’assist per Immobile è una perla di rara bellezza (34′ st LOMBARDI 7 – Inzaghi lo butta nella mischia ed è lui il deus ex machina dell’autogol di Acerbi. Il ragazzino si fa sempre trovare pronto e il suo ingresso in campo vale tre punti che sanno di Europa).

IMMOBILE 7 – Letale in occasione dell’1-1: generosità e impeto da gladiatore, per la Lazio è una miniera d’oro.

LULIC 5 – Si fa ammonire dopo quattro minuti e da quel momento scompare dal campo, offrendo solo qualche fiammata sul finire di primo tempo. Inzaghi lo toglie, per evitargli l’espulsione e per preservarlo in vista del derby (13′ st KEITA 6.5 – Entra e spacca la partita: quando ha il pallone sui piedi fa tremare il Sassuolo. La palla per Lombardi, in occasione del 2-1, è un lampo di genio degno del miglior Keita).