Allegri avverte: «Sono contento ma non dobbiamo fermarci. Matuidi non ci sarà in CL»

massimiliano allegri, juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri non può che dirsi soddisfatto dopo la grande vittoria contro il Sassuolo. Unica nota negativa, l’assenza di Blaise Matuidi contro il Tottenham

Forza 7 della Juventus sul Sassuolo ma Massimiliano Allegri non vuole sentire elogi e pensa già alla prossima sfida: «Oggi bene, ma bisogna cercare di vincere il più possibile perché il Napoli sta facendo un campionato straordinario e noi dobbiamo restare in scia. Diventa una lotta anche mentale tra due grandi squadre. Ora bisogna smaltire questo 7-0 e prepararci per Firenze, una partita per noi sempre difficile. Un’altra partita da vincere». Contento anche della crescita della squadra: «La squadra sta crecendo dal punto di vista mentale e sulla condizione fisica, sta capendo il momento in cui attaccare la spina e quando staccarla; dalle 3 alle 5 di pomeriggio, o dalle 8 alle 11 quand giochiamo di sera, bisogna tenerla attaccata. Oggi c’era il rischio di un rilassamento dopo Bergamo, ma sono contento. Non dobbiamo fermarci, però». 

L’unica brutta notizia di giornata arriva dal fronte infortuni: «Matuidi difficilmente ci sarà per la Champions, Rugani e Khedira li ho tolti per precauzione. Ora rientrerà Douglas Costa, ho una rosa importante. Gli infortuni capitano durante la stagione. Bernardeschi? Aveva preso una botta al ginocchio, i dottori devono essere bravi a metterlo in piedi. Lui voleva giocare, ha fatto una buona partita ma ha margini di crescita importanti e su quello deve lavorare, soprattutto a livello mentale: quando si gioca alla Juve ogni palla è importante.»